avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

17 mag 2013

Poesia d'oltre confine:Peter Semolič

REKA, DEŽ
Odprt spremembi. Brez strehe nad glavo.
Reka mi odnaša temelje. Včeraj na rejvu:
stroboskopska luč je zrezala mlado plesalko
na niz zaporednih sličic. Vse se giblje.
Nič ne teče. Nobene točke ni med zdaj
in pozneje, med zdaj in prej. Laserski
žarek preskakuje in vara uho. Koliko
praznine, niča v televizijski sliki.
Koliko neslišane tišine v Mozartovi glasbi.
Je navidezni tok še tok? Sem kaj zamudil,
če ne vem, da nekaj obstaja? Ne bojim se.
Odpiram vrata. Prepuščam se digitalnemu dežju.
    Fužine, 25. junij 1999

IL FIUME, LA PIOGGIA
Aperto ai cambiamenti. Senza tetto sopra la testa.
Il fiume mi porta via le fondamenta. Ieri sera al rave:
la luce stroboscopica ha tagliato la giovane ballerina

in una serie progressiva di immagini. Tutto si muove.
Nulla corre. Non c'è nessun punto di riferimento tra
adesso e più tardi, tra adesso e prima. Il raggio del

laser salta, scavalca e inganna l'orecchio. Quanta
vacuità e niente in una sequenza televisiva. Quanto
impercettibile silenzio nella musica di Mozart.

La corrente apparente è ancora corrente? Ho perso
qualcosa se ignoro che esiste? Non ho paura.
Apro la porta. Mi abbandono alla pioggia digitale.

    Fužine, 25 giugno 1999
    traduzione di Jolka Milič
Peter SemolicPETER SEMOLIČ
È nato nel 1967 a Ljubljana, dove tutt'ora vive. Ha pubblicato otto raccolte di poesia: Tamariša (Tamarisco), 1991; Bizantinske rože (Fiori bizantini), 1994; Hiša iz besed (Una casa fatta di parole), 1996; Krogi na vodi (Cerchi sull'acqua), 2000; Vprašanja o poti (Domande su che strada prendere), 2001, Meja (Frontiera), 2002, Barjanski ognji (Fuochi di palude), 2004 e Prostor zate (Spazio per te), 2006. È presente in molte raccolte collettive e antologie in Slovenia e all'estero. Ha vinto tre premi per la poesia: nel 1997 il premio Jenko, nel 1998 il premio "Kristal" di Vilenica e nel 2001 il premio della Fondazione Prešeren.

(La foto è di Tihomir Pinter)


http://www.filidaquilone.it/num005milic.html

Nessun commento:

Posta un commento


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade