VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

19 mag 2015

Gli Sloveni di Udine a Roma / Slovenci videnske pokrajine v Rimu

Lunedì 18 maggio gli sloveni della provincia di Udine hanno presentato la propria realtà e attività a Roma, nell’ambito dell’incontro «Sloveni, dalle Alpi Giulie all’Adriatico», tenutosi nel Museo delle arti e tradizioni popolari all’interno del progetto «Gli italiani dell’Altrove». L’iniziativa è stata promossa dal ministero per la Cultura per presentare la storia e la situazione attuale delle minoranze autoctone in Italia.  «La Giornata slovena» a Roma si è aperta con gli interventi di saluto della presidente dell’Istituto, Bruna Dorbolò, della deputata slovena Tamara Blažina e dell’ambasciatore sloveno in Italia, Iztok Mirošiž.
Giorgio Banchig ha presentato la comunità slovena in Italia e il suo ruolo di collante con la Slovenia.
L’ex direttrice della scuola bilingue di San Pietro al Natisone, Živa Gruden, ha parlato della scuola, centro propulsore della convivenza; Jole Namor si è soffermata sulla rinascita culturale della Slavia friulana, condizione essenziale per lo sviluppo del territorio.
Dopo il «pranzo sloveno» sono stati presentati i contenuti del museo multimediale Smo di San Pietro dall’architetto che l’ha progettato, Donatella Ruttar. Di seguito Cosimo Miorelli ha parlato de «La lingua attraverso il tempo», la libreria parlante, una delle installazioni del museo Smo.
La giornata si è conclusa con l’esibizione del Gruppo folcloristico della Val Resia.

Na srečanju, ki nosi naslov »Slovenci od Alp do Jadrana«, so se v pandiejak, 18. maja, v muzeju umetnosti in navad v Rimu, predstavli tudi Slovenci vidanske province. Pobudo je dalo ministarstvo za kulturo, de bi ljudje buojš spoznali manjšine, ki so zgodovinsko parsotne v Italiji.
V Rimu so najprej prozdravili predsednica Inštituta za slovensko kulturo Bruna Dorbolò, parlamentarka Tamara Blažina in slovenski veleposlanik v Italiji Iztok Mirošič.
Natuo je Giorgio Banchig predstavu slovensko manjšino v Italiji in arzluožu pomembno vlogo, ki jo ima v odnosih s Slovenijo.
Živa Gruden, tridesetlietna direktorica dvojezične šole, je guorila pa o dvojezičnem inštitutu v Špietru, medtem ko je Jole Namor poviedala, zaki je kultura takuo pomembna za arzvoj cielega teritorija.
Donatella Ruttar je predstavila multimedijski muzej Smo. O sekciji muzeja »Jezik skozi čas« je pa spreguoril Cosimo Miorelli, ki jo je uresničiu.
Slovenski dan se je zaparu z nastopam folklorne skupine iz Rezije.

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *