VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

13 apr 2016

Piano paesaggistico;i luoghi e le risorse da tutelare

Hanno preso avvio a Taipana ,con l'aiuto di un "facilitatore"gli incontri con la popolazione che hanno l'obiettivo di raccogliere,tra i cittadini ,tutte le indicazioni utili per la stesura,a livello regionale,in collaborazione con l'Università di Udine e il Ministero per i beni culturali,del nuovo piano paesaggistico."Due riunioni si sono già svolte,in paese-spiega il sindaco,Claudio Grassato,che vi ha preso parte insieme al resto della giunta-;questo nuovo strumento,di "protezione"e "mantenimento" dei luoghi naturali più importanti più importanti del nostro comune,ha la particolarità di partire dal basso.Ascoltando in primis gli anziani e i conoscitori delle località di Taipana ,abbiamo la possibilità di mappare il territorio,stendendo insieme alla gente,una sorta di elenco delle bellezze e delle peculiarità della zona,non solo sotto il profilo strettamente paesaggistico ma anche sul fronte delle delle testimonianze storiche e della vita di un tempo della nostra comunità".
Nei primi due incontri ,la popolazione ha sottolineato l'importanza della tutela dell'area,a monte di Ponte Vittorio,delle sorgenti del Natisone,corso di grande bellezza che poi bagna anche altri paesi del Friuli e che è già inserito all'interno del progetto per la realizzazione del "Parco del Natisone",con la partecipazione come partners,di altre Municipalità italiane e con la contermine amministrazione civica di Caporetto,in Slovenia.
"Se andiamo bene a vedere-dice Grassato-,Taipana è un paese tutto il cui territorio è tutto da proteggere,tutelare e valorizzare.I residenti hanno segnalato anche la località di Sdregno Bardo ove è presente un antico ponte ,per cui è stata avviata pure una petizione per la sua messa in sicurezza e recupero.Si tratta di un paesaggio storico che,secondo le memorie orali,fu calcato da Napoleone in persona".Sul fronte dei borghi rurali è stato messo l'accento su quello di Debellis,magistralmente ristrutturato e ogni anno teatro dell'allestimento di una bella Natività inserita nel Giro Presepi Fvg.Altra località che è rimasta fortunatamente intatta è quella di Prossenicco: Oltre alla "Casa nera ",inserita nella rete museale della frazione insieme all'allestimento del Museo sulle testimonianze della vita contadina,c'è anche l'immobile di pietra oggi sede espositiva,di fatto fotografica,composta da immagini di un tempo,donate dalla comunità locale".
Rientrano nel piano di tutela anche il Santuario della Santissima Trinità a Monteaperta :questa chiesa ,dove si tramanda ogni anno il suggestivo rito del "Bacio delle Croci",è insita in un Sic (sito di importanza comunitaria).L'elenco è lungo e comprende tante bellezze da valorizzare come l'ex ricovero militare del Gran Monte oggi gestito dall'Ana,i sentieri e le cavità carsiche che ogni anno vengono esplorate dagli speleologi".(Paola Treppo)
fonte Dom del 31 marzo 2016



"Cucina Nera"
photo Manuela Iuretig
 — presso Prossenicco /Prosnid
fonte fb

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *