avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

lingua e identità etnica

lingua e identità etnica

30 ago 2016

Le piante che proteggono al rifugio Pelizzo sul Matajur




Una serata particolare al rifugio Pelizzo quella di sabato 23 luglio, fin dal titolo: ‘La magia delle antiche raccolte rituali – dal Prajtl alla Rožinca: le piante che proteggono’. Un pubblico di curiosi, appassionati e molti esperti ha seguito con attenzione Lucia Pertoldi, originaria di Scrutto che ora vive ad Azzida, esperta e con un sapere infinito sull’argomento e che, tra l’altro, conduce una rubrica nell’ambito di una trasmissione molto seguita a radio Rai, ‘Vita nei campi’.  Non ha voluto mancare alla serata anche una voce ed un volto noto della Rai FVG, Armando Mucchino.
Tra le altre cose abbiamo scoperto come il prajtl, diffuso in Val Canale, che si preparara la settimana santa, ed i snopiči, pušjaci (mazzolini) che qui nelle Valli del Natisone si preparano per la Rožinca, siano molto simili: si legano assieme piante e fiori che crescono spontanee nei prati e nei boschi. Appesi sulle porte di casa, delle stalle o anche all’interno proteggono la famiglia e gli animali da malattie e disgrazie. Cornice della bella serata una mostra di disegni di Isabella De Crignis e piante dell’erbario di Angelo Sinuello. Per concludere in bellezza, una cena-degustazione in tema con l’argomento trattato.
http://novimatajur.it/cronaca/le-piante-che-proteggono-al-rifugio-pelizzo-sul-matajur.html

1 commento:

  1. Le piante che proteggono al rifugio Pelizzo sul Matajur

    RispondiElimina


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade