avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

15 ott 2016

Contesa tra Francia e Slovenia per le ceneri di re Carlo X di Borbone

Di Jean-Baptiste Paulin Guérin - http://www.semp.us/publications/biot_reader.php?BiotID=486,
Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6902195
In questo periodo le spoglie di Carlo x  di Borbone,ultimo re di Francia, sono oggetto di una contesa tra Francia e Slovenia .Il monarca ,per sua volontà,fu sepolto nel monastero  dei francescani di Kostanjevica nel comune di Nova Gorica.Il comune si oppone ad un eventuale rimpatrio delle ceneri in quanto devono essere rispettate le volontà del re.
La cripta slovena dove riposano gli ultimi discendenti dei Borboni (Carlo X e cinque componenti della famiglia reale compreso il segretario del re) è visitata da innumerevoli turisti, anch'io  ci sono stata venerdì scorso ed è stata davvero  una visita interessante.
Carlo X di Borboneconte d'Artois (Versailles9 ottobre 1757 – Gorizia6 novembre 1836), fu re di Francia e Navarra dal 1824 al 1830.
Zio del re eletto Luigi XVII e fratello minore dei sovrani Luigi XVI e Luigi XVIII, supportò quest'ultimo durante il periodo dell'esilio della famiglia reale di Borbone dopo la Rivoluzione francese e gli succedette poi al trono. Il suo governo durò circa sei anni ed ebbe fine con la Rivoluzione di luglio del 1830 che portò alla sua abdicazione ed all'elezione di Luigi Filippo, duca di Orléans, quale re dei Francesi. Esiliato nuovamente, Carlo morì a Gorizia, allora parte dell'Impero austriaco per colera nel palazzo dei  Coronini- Cromberg.
 il testo che segue è tratto da http://www.samostan-kostanjevica.si/it/convento
immagini dal sito del convento

Per gli abitanti dell'una e dell'altra parte del confine questo luogo è una vera e propria oasi verde di pace e di spiritualità.  Kostanjevica include tre tipi di esperienze culturali e spirituali: è infatti sia monumento di arte sacra e centro  spirituale (la chiesa e il convento), sia monumento storico (le tombe dei Borbone), sia monumento culturale (la biblioteca del convento). Di tutto questo si prendono cura da più di 200 anni i padri Francescani.
Nel 1947 a Kostanjevica fu fondato il vicariato autonomo; nel 1953, invece,  la parrocchia Nova Gorica-Kapela. Dal 1950 fino al 1964 a Kostanjevica ci fu anche la sede dell’amministrazione apostolica per la parte slovena dell’Arcidiocesi di Gorizia.
Nel 1985 l’intero complesso di Kostanjevica (il convento con la biblioteca, la cripta dei Borbone e la chiesa parrocchiale) fu proclamato monumento artistico ed architettonico, rappresentando in tal modo l’eredità culturale del popolo Sloveno.

                                                                                    La chiesa

Oltre a varie leggende legate alla fondazione della chiesa, esiste un fatto storico: nel 1623 il conte Matija Thurn fece erigere una chiesetta in cui fu trasferita un’immagine di Maria, attorno alla quale si raccoglievano i devoti in preghiera e per le celebrazioni liturgiche. Per ordine del conte,  fu costruito accanto alla chiesa anche un piccolo convento.

I primi custodi stabili della chiesa e del convento furono i Carmelitani che per 134 anni abbellirono entrambe le costruzioni. Nel 1781 uscì il decreto dell’imperatore austriaco Giuseppe II, sulla cui base i Carmelitani dovettero lasciare il convento quattro anni dopo. Per nove anni la chiesa e il convento rimasero chiusi. Nel 1811 Kostanjevica fu assegnata alla custodia dei Francescani, che vi sono tuttora. Essi si dedicarono al restauro della chiesa, colpita durante la I Guerra mondiale, dal 1924 al 1929. Rinnovarono le stuccature facendone rivivere l’antico splendore.

La parte centrale dell’altare principale conserva in una cornice d’oro, circondata da una corona di raggi, l’immagine di Maria con Gesù. L’affresco della Vergine Misericordiosa, rappresentata come Madre di Dio di Kostanjevica fu eseguito dal pittore Leonardo Rigo. L’incoronazione di Maria sulla volta della navata fu dipinta dal friulano Giovanni Moro. Le numerose lapidi funerarie sono la caratteristica principale della chiesa di Kostanjevica,  segno del forte legame che i  notabili goriziani sentirono verso queste terre.
testo e immagini dal web
ingresso principale chiesa
foto personale
altare nella cappella
foto personale
immagine dal sito del convento
altare dedicato a S.Francesco
foto personale


quadro
 la visione della Madonna alla pastorella
foto personale

quadro
foto personale

San Francesco
 filo ferro
foto personale


soffitto
foto personale

sofffitto
foto personale

altare
foto personale
                                                                                         La cripta

Nella cripta di Kostanjevica riposano gli ultimi discendenti della dinastia dei Borbone francesi. Essi furono scacciati dalla Francia nel periodo della rivoluzione francese del 1830. Si rifugiarono prima a Edinburgo in Scozia, poi a Praga, nell’anno 1836, invece, vennero a Gorizia come ospiti del conte Coronini. Sono sepolti a Kostanjevica, perciò alcuni chiamano  questo posto anche “Piccola Saint-Denis”.

                                                                                 testo e immagine dal web

                                                                                       Il giardino 
vigna
foto personale

alberi esotici
foto personale

kiwi

coltivazione kiwi
foto personale

                                                                               Rose di Bourbon
Nel giardino sotto il convento si trova probabilmente la più ricca collezione di rose bourbon al mondo. Vale la pena visitarla soprattutto in primavera quando le rose sono in piena fioritura.
immagine e testo dal web

Il giardino è curato da una Comunità di riabilitazione per tossicodipendenti che ha sede presso il convento.

1 commento:

  1. Contesa tra Francia e Slovenia per le ceneri di re Carlo X di Borbone

    RispondiElimina


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade