avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

lingua e identità etnica

lingua e identità etnica

13 feb 2017

I primi Resiani nei documenti storici




I Resiani ,come tutti gli altri sloveni,si sono insediati nella Val Resia nel 6° sec.
Nei documenti vengono nominati già nel 12^ sec.,quando Resia apparteneva all'abbazia di Moggio.Nel 1242 viene nominato per la prima volta un resiano ,il maestro Volrico,altri  in un successivo documento del 1274.Nella metà del 13^ sec. troviamo un elenco di coloni dell'abbazia di Moggio,tutti hanno nomi sloveni antichi:Gorjanin, Černigoj,Bilina,Mina,Cuz,Golob,Vekoslav di Stolvizza/Solbica,Svetin,Stojan,Ivan,Sveuz di Oseacco/Osojane ed altri.
Il 6 giugno 1329 il cardinale Bertrando ha donato il possesso fino alla morte  del Vicariato del Convento di Moggio ad un certo Franz di Resia, il 3 luglio 1329 in un documento   leggiamo i sono nomi dei testimoni dell'investitura tra i quali Jakob decano di Resia.Sette anni dopo in due documenti del settembre 1336 sono citati Jakob decano di Resia,Henrik di Solbica/Stolvizza e Johannes di Osojane/Oseacco,mentre il 1 luglio 1361 troviamo Franz di Resia,notaio del re.
Seguono molti documenti del 14^ e 15^ sec.che nominano persone di Resia.

Cosa ci fanno capire tutti questi documenti? Ci fanno capire che

  • I Resiani erano sloveni 
  • Erano persone capaci ed intelligenti  e che sono andati nel mondo
  • Hanno occupato le più alte cariche civili ed economiche durante il feudalesimo
  • Si chiamavano Stojan,Ivan,Vekoslav.
  • Questi nomi nel 16^ e 17^ secolo sono stati modificati in Di Lenardo,Clemente,Zuzzi e Lettig ...
  •  Il sangue è sempre quello e tutti amano la propria lingua resiana.

" Hoera ta Kalavo koji čas na e ma utrudila"

tradotto dal Matajur del 1957


immagine dal web

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade