VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

22 mar 2017

Centralina sull’Alberone, faccia a faccia fra l’azienda ed i cittadini contrari al progetto

Le valutazioni sulla portata d’acqua del torrente, l’impatto delle opere sul paesaggio e sull’ecosistema dell’Alberone, i costi e gli eventuali benefici per i cittadini di Savogna. Sono stati questi i temi principali dell’atteso dibattito, a tratti anche molto acceso, sul progetto della ditta Sunex Srl che prevede la realizzazione di una centralina idroelettrica sul corso d’acqua che attraversa il territorio comunale. L’incontro, promosso dall’amministrazione, si è tenuto lo scorso 20 marzo nella sala polifunzionale del capoluogo. Per conto della ditta promotrice hanno partecipato alla serata l’ingegnere progettista Moreno Segat, Michele Piccottini, naturalista che ha realizzato lo studio dell’impatto ambientale, Alvise Tosi, soprintendente della progettazione meccanica del ‘progetto Alberone’ e Davorin Gregori, amministratore delegato della Sunex Srl. Moderatrice la giornalista Alessandra Beltrame.
Mentre all’ingresso della sala alcuni attivisti del Comitato ‘Amici del torrente Alberone’ – contrario alla realizzazione della centralina –  animavano il colorato banchetto in cui raccoglievano le firme per la petizione che hanno consegnato agli uffici regionali il giorno successivo la serata, è stato il progettista Segat a illustrare in sintesi il progetto. Che – ha spiegato – è stato ampiamente modificato in una nuova ed aggiornata versione. Rispetto alle prime previsioni, lo studio della serie storica sui dati della portata media dell’acqua del torrente ha imposto una riduzione delle attività dell’impianto a 250 giorni all’anno. La condotta forzata sarà realizzata sulla destra idrografica del torrente seguendo una pista forestale e quindi non più la viabilità stradale che conduce a Montemaggiore. Condotta che sarà realizzata quasi interamente in vetroresina salvo che nel previsto attraversamento del letto dell’Alberone (in località Ieronizza) in cui sarà in acciaio. Nell’ampio spazio riservato al dibattito si sono susseguiti diversi interventi di cittadini contrari (o quantomeno scettici) sulla effettiva realizzazione dell’opera. Le critiche principali hanno riguardato soprattutto la scarsità di acqua che renderebbe assolutamente sconveniente la centralina, l’impatto dell’opera che ridurrebbe drasticamente la biodiversità dell’Alberone e gli scarsi benefici che porterebbe ai residenti. Nonostante la riduzione delle previsioni sulla produzione di energia, ha replicato Segat, l’opera risulta economicamente sufficientemente vantaggiosa per giustificare l’investimento di 3 milioni di euro che farebbe il gruppo Sunex. Quanto alla portata dell’acqua, ha ribadito di aver utilizzato un modello di studi preciso che ha preso in considerazione la portata media del corso d’acqua dal 2000 al 2016. Piccottini ha poi spiegato che la fauna dell’Alberone vedrebbe ridotto il proprio habitat, nell’area interessata, del 20 per cento, ma che il passaggio dei pesci sarebbe comunque garantito dal corridoio biologico previsto nello studio (in caso di secca, infatti, l’impianto resterebbe spento). Sui benefici per la comunità di Savogna infine, Gregori si è detto disposto ad avvalersi di maestranze locali per la realizzazione delle opere e di aver previsto l’assunzione di un addetto del posto per la manutenzione e la custodia dell’impianto. Da parte sua, il sindaco di Savogna Germano Cendou ha ricordato ai presenti che su questo progetto la parola definitiva spetta alla Regione e che il Comune non ha competenze specifiche per avallare od opporsi al progetto di Sunex. L’ultimo giorno utile per presentare osservazioni e opposizioni sul merito del progetto agli uffici regionali è il prossimo 24 marzo.
http://novimatajur.it/attualita/centralina-sullalberone-faccia-a-faccia-fra-lazienda-ed-i-cittadini-contrari-al-progetto.html

1 commento:

  1. Centralina sull’Alberone, faccia a faccia fra l’azienda ed i cittadini contrari al progetto

    RispondiElimina


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *