Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

Paršla je vilazim -E' arrivata la primavera

Immagine
Ieri era una bellissima giornata,il cielo terso ed azzurro, proprio l'ideale per passeggiare nel bosco.Le prime farfalle,api e bombi si posavano sui fiori.E' proprio iniziata la primavera anche a Zavarh.








SULLE TRACCE DELL'ORSO- PO MEDVEDOVIH STAMPENJAMI

Immagine
L'orso ha deciso di fare una passeggiata lungo il percorso che da Pian dei Ciclamini porta a Tanameahttps://www.facebook.com/AiCiclamini?fref=ts


IL FALEGNAME-MARANGON

Immagine
I falegnami di una volta erano degli artisti,costruivano le culle (zibjele) dove dormivano i neonati, le panche (klopi in mize) e  i tavoli, le palette per la farina, le vetrine per la cucina, i letti e  gli armadi (posteje an armarje) per le camere, le zangole (pigne),le cassapanche (bànk), gli oggetti per la cucina, le casse da morto.
Il legno era tagliato nella vecchia luna di febbraio o di agosto.
Con il legno di castagno (kostanj) facevano le porte (vrata),le finestre (okna),i mastelli (podine).
Di solito i letti erano di legno di castagno,le vetrine e gli armadi invece di legno di noce(orah).
Nelle botteghe c'erano dei banchi di lavoro lunghi,alle pareti erano appesi ai chiodi:seghe (sejoni),trapani a mano ,morsette,scalpelli ,raspe (plane) ed altri arnesi da lavoro.

immagine da "Woodworking hand tools" di Takkk - Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons - http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Woodworking_hand_tools.jpg#/media/File:Woodwo…

Proverbio

Immagine
      Ura zamujena ne vrne se nobena


 Il tempo perso non si recupera





   Solo quella dell'ora legale si recupera ad ottobre!

SCUOLA ,schiarita nella Valli Terska dolina

Immagine
Ci sono buone prospettive che l’insegnamento bilingue italiano-sloveno nei plessi scolastici di Taipana e Vedronza parta con il nuovo anno scolastico, come deliberato dalla Giunta regionale nello scorso dicembre. Dopo settimane di polemiche, che hanno visto su fronti contrapposti le amministrazioni comunali di Lusevera, che sosteneva il passaggio all’istituto comprensivo bilingue di San Pietro al Natisone, e quella di Taipana (spalleggiata da Tarcento, Nimis e Magnano in Riviera) che voleva restare nell’istituto comprensivo di Tarcento, giovedì 27 marzo si è avuta una schiarita. I genitori interessati al progetto hanno accolto con favore il progetto, steso in collaborazione tra i due istituti comprensivi. Esso prevede che le scuole di Taipana e Vedronza restino nell’ambito dell’istituto comprensivo di Tarcento e che l’insegnamento bilingue sia introdotto gradualmente, interessando da subito la scuola dell’infanzia e le prime due classi della primaria. «Ora sottoporremo il progetto al…

L'orso nelle valli del Natisone e del Torre

Immagine
Nelle valli del Torre e Natisone  e del Torre l’orso è sempre stato presente. Basti pensare, per esempio, che alcuni sentieri vengono chiamati in dialetto sloveno «medvedje staze», ovvero sentieri dell’orso, oppure che nella tradizione del Carnevale di questa zona ci fosse una maschera, andata persa durante gli anni dell’emigrazione, che rappresentava un uomo che governava un orso e una donna «del bosco» che li accompagnava. Le vie dell’orso sono situate sulla zona montuosa tra Italia e Slovenia, sui monti Stol, Gran Monte, Matajur, Kolovrat. 
Negli ultimi anni, è nata una vera e propria «orsomania» che pare non giovi affatto né agli orsi, né tantomeno agli abitanti delle valli del Natisone e del Torre. Se per le attività tradizionali quali agricoltura e allevamento quasi nessuno muove un dito, alla presenza del plantigrado vengono assegnati molti finanziamenti europei. 
Per fare il punto sulla presenza dell’orso, sabato 22 marzo, al centro visite la Sorgente a Vartača si è svolto un in…

Chiude il negozio “Dal Rosean” a Tarcento/ Zaprla bo trgovina z oblačili v Centi

Chiude il 31 marzo, dopo ben 165 anni di attività ininterrotta, portata avanti di padre in figlio, per quattro generazioni, lo storico negozio di abbigliamento «Di Lenardo» di Tarcento, più noto come «Dal Rosean», per le origini resiane del suo fondatore, Mattia Di Lenardo, «Svalent». «Mattia – racconta l’attuale titolare dell’attività, Aldo Di Lenardo, 76 anni, erede della lunga tradizione di famiglia – era di Oseacco e si era sposato con Maria Clemente. In questa frazione della Val Resia gli “Svalent” avevano un negozio di alimentari con osteria; dedito al commercio ambulante, secondo la tradizione resiana, nel 1849, cresciuta la famiglia per la nascita del figlio Luigi, decise di dedicarsi al commercio fisso. Si stabilì, così, a Tarcento, inizialmente con una baracca, sotto il portico sud di piazza Roma». Il figlio di Mattia, Luigi, «Rosean», collabora con il padre subentrandogli poi nella gestione; nel 1882, sposa Maria Toffoletti Pagnut che, nel Borgo Toffoletti, teneva anche le…

Barski Oktet-Ottetto di Lusevera e la Glasbena Matica della Val Torre

Immagine
Il Barski Oktet è nato a Lusevera nel 2009 dalla volontà di otto amici - conoscenti, che aiutati dal Maestro della Glazbena Matica Clodig Davide, hanno deciso di dare vita ad un coro di voci maschili.
Ad oggi questo gruppo ha collezionato numerose uscite sia in Italia che all'estero, suscitando sempre commenti molto positivi tra il pubblico più o meno esperto nel settore del canto.

Ecco la supertelecamera, controlla 1300 auto all'ora più bolli e polizze

Immagine
di Camilla De Mori UDINE -ATTENZIONE:
Ecco la supertelecamera-spia: controlla 1300 veicoli ogni ora e scopre i furbetti di bolli auto e polizze, multe a go go

 In soli 25 minuti netti, in viale Trieste, ha controllato 610 veicoli "pizzicando" tra l'altro i 5 che, alla verifica in tempo reale, risultavano con l'assicurazione scaduta. Nessun "robocop" della Polizia locale, ma la supertelecamera che potrebbe (finanze permettendo) sfoderare ...
http://www.gazzettino.it/NORDEST/UDINE/udine_telecamera_controlli_bolli_polizze/notizie/594018.shtml

Il pianto della vita

Immagine
Complimenti Mariutine!

La rivincita del frico arriva dagli Usa

Il friulano Luca trionfa a Masterchef America
L’ora della vendetta è giunta, portando con sè il profumo del frico. Sì, ora possono finalmente sorridere tutti quelli, tanti, che sino ad oggi hanno dovuto sopportare i sorrisini, le pacche sulle spalle quando nominavano questo piatto come simbolo della cucina friulana. Come poteva competere un "insieme" di patate, formaggio e cipolla con le raffinatezze di altre regioni italiane, senza contare poi le notizie d’oltralpe da cui giungeva l’eco della nouvelle cousine, del sushi e anche le molecole volevano essere protagoniste in tavola. Al massimo ci stava la comprensione "democratica", una sorta di benevolenza verso i cibi poveri e la provincia troppo bistrattata. Noi zitti, con quella sorta di riserbo stupido, a volte di sudditanza, continuavamo a fare il frico, sul fornello del gas, magari a Milano o a New York. E dall’America invece è partito il riscatto, quando un giovane chef friulano, Luca Manfè di Aviano, ha trio…

Qualizza: “Il Papa parla alla Slavia”

Immagine
Nell’editoriale mons. Marino Qualizza riflette sul primo anno di pontificato di papa Francesco. “Il Santo Padre – scrive Qualizza – ci ricorda di non dimenticare le periferie del mondo, i luoghi lontani e abbandonati, perché anche lì si può viviere liberamente e dignitosamente. Questo vale anche per la Slavia che, a quanto pare, troppo spesso viene dimenticata dalle istituzioni. Speriamo che le parole vengano ascoltate anche dai vertici della chiesa, in modo tale che non ci facciano sentire dimenticati”.
ttp://www.dom.it/qualizza-papez-glas-tudi-za-benecijo_qualizza-parole-papa-per-slavia/

La lezione del Veneto: vento nuovo anche in Friuli

Immagine
Non si può restare indifferenti di fronte a quanto successo nel vicino Veneto con il referendum il cui esito assomiglia, per certi versi, ad un plebiscito. LA LEZIONE DEL VENETO: VENTO NUOVO ANCHE IN FRIULIdi Pietro Fontanini*Non si può restare indifferenti di fronte a quanto successo nel vicino Veneto con il referendum il cui esito assomiglia, per certi versi, ad un plebiscito. Adesso si annuncia lo sbarco anche in Friuli di questo afflato indipendentista con modalità ancora tutte da scoprire, soprattutto si annuncia una partita che testerà la voglia di distacco da organismi centralizzati e centralisti che scorre nelle vene dei friulani. Certamente lo Stato - rapace e rapido nei prelievi e altrettanto reticente nel restituire, tramite servizi funzionali ed efficienti, quanto versato dai cittadini in termini di tassazione e compartecipazioni - non ha mosso un dito per scongiurare scenari di ‘distacco’.
Gli enti locali sono sempre più soffocati: costretti ad aumentare i balzelli a causa…

Beneški Slovenci

disegni di Moreno Tomazetig  e  testo dal Beneški dnevnik (adattamento)



ANTONELLA BUKOVAZ una poetessa delle Valli del Natisone

Immagine
Siedo da anni nell'ansa
dove curvano i pensieri
si congiungono e riavviano
mi infilo nello spazio tra uno e l'altro
allargo le gambe - divarico il tempo
tra la fine e il principio
della pausa prendo l'impronta. [...]

Come i suoi compagni di collana, al Limite (Le Lettere, collana Fuori Formato, pp. 120, con DVD, euro 32) è una perla luminosa. Ne registro la sfericità vibrante nel panorama della recente poesia in lingua italiana con parecchio ritardo (il libro è infatti uscito nel 2011), ma non credo ci sia un time to market troppo stringente da rispettare in poesia. Per questa poesia. Antonella Bukovaz ha qui concentrato lo sforzo di una geografia poetica e di un percorso vocale tra i più avvincenti (da sempre infatti sperimenta la multimedialità, come nel DVD allegato realizzato assieme a Paolo Comuzzi e con le composizioni musicali di Antonio Della Marina). Attiva in quell'area (aria?) di confine tra Italia e Slovenia, in quel paese di Topolò (Topolove) salito agli onori del…

Antonella Bukovaz - al Limite

Immagine

Stop TB Day music marathon.

Immagine

Oggi Topolò dirige i 48 live con il mondo in web

Immagine
Dal piccolo centro delle Valli Paolo Fresu avvierà il ciclo di eventi “To Be Continued” contro la Tbc topolo Ritorna, ed è la quinta edizione, ToBe Continued, la maratona sonora sul web organizzata da Stazione di Topolò. Si tratta di un progetto dalle dimensioni davvero notevoli: 48 concerti di 30 minuti l’uno, senza interruzione, a staffetta, dalle 00.00 alle 24.00 di lunedí 24 marzo, Giornata Mondiale per la Lotta alla Tubercolosi. La particolarità sta nel fatto che i concerti, dal vivo, provengono da oltre 40 Paesi: India, Cina, Iran, Perú, Costa Rica, Nuova Zelanda, Sud Corea, Giappone, Sud Africa, Australia, USA, Libano, Venezuela, Cile, Brasile, Messico, Canada, Turchia, Georgia, Russia e molti Paesi europei dell’Est e dell’Ovest.

La lingua slovena in Italia e nella Provincia di Udine (wikipedia)

Immagine
La lingua slovena in Italia viene principalmente parlata da una comunità autoctona residente lungo il confine orientale. Non ci sono dati recenti e certi sui parlanti in sloveno o dialetti sloveni in Italia; statistiche del 1974 attestavano gli utilizzatori dello sloveno a 61.000 persone nel territorio del Friuli-Venezia Giulia, raccolti nella provincia di Trieste e nelle zone orientali delle province di Gorizia e Udine. La qualifica di "dialetto sloveno" qui considerata è quella derivante dalla legislazione italiana.

Notizie storiche

La diffusione dell’uso dello sloveno in alcune zone nel Nord-est dell’Italia trova la sua origine nell’Alto Medioevo; risalgono infatti già all’VIII secolo i primi documenti storici che attestano l’arrivo, dall’area balcanico-danubiana, di gruppi di popolazioni slave ed il loro insediamento nelle zone marginali della pianura friulana e delle sponde nord-orientali del Mare Adriatico, che dopo molteplici vicende storiche furono parte dello Stato it…

MLIEKO-LATTE

Immagine
Diši  po travi anu pomouzenem mlieku/ Profumo di erba e latte appena munto
MLIEKO

Žene so pocedile mlieko tou no skliedo šoroko,
so posnele smetano anu so zmetle maslo tou pinje.


LATTE

Le donne filtravano il latte in una scodella larga,
toglievano la panna e  la  battevano nella zangola per fare il burro.

immagine da http://it.wikipedia.org/wiki/File:Mucche_al_pascolo.jpg







Latterie Friulane Campoformido

I prodotti marchiati Latterie friulane sbarcheranno, questione di qualche settimana, sui banchi frigo di Roma e Milano. Partirà da qui l’assalto al mercato interno della cooperativa di Campoformido, fino a oggi confinata per lo più all’interno della regione e pronta ora, per la prossima fusione con Granarolo, ad allargare il suo raggio ben oltre il Fvg. Da subito.
A deciderlo sono stati i vertici di Latterie e del colosso di Bologna durante il week end, nell’ambito di un tavolo convocato d’urgenza alla luce della positiva svolta sindacale che porterà, martedì, alla firma dell’accordo di cassa integrazione straordinaria per 104 persone. Insomma, forte del sì alla Cigs, Granarolo ha riaperto la trattativa con Latterie convocando d’urgenza a Bologna il Dg della Coop friulana Franco Odorico. Che è tornato forte di un cronoprogramma definito, di progetti più che imbastiti e di una certezza: ai blocchi di partenza da settimane, l’operazione Granarolo a Campoformido prenderà finalmente il v…

Nazioni,identità e gruppi linguistici

Immagine
Questo articolo del Novi Matajur di un paio di anni fa è sempre di attualità.Ci sono dei blog  e dei commenti in rete che sostengono ancora oggi  queste tesi! Cose incredibili,ma aprite le menti ed aggiornatevi,siete proprio rimasti agli "anni bui della Slavia"!.Ma ben venga la scuola bilingue a Taipana e Bardo/Lusevera,come si fa a dire che non serve a nulla,per non usare un termine volgare. "Terjani imejte pamet",ha asserito don Renzo in una delle bellissime prediche domenicali.Non ci sono più persone che parlino sloveno,pochissime è vero,io sono una di quelle.Neanche nei cimiteri diceva giorni fa un tale,dal cognome tipico della Terska dolina,io rispondo a costui che evidentemente non sa o non vuole ricordare che i suoi avi lo parlavano.Per un 'apertura mentale lo sloveno serve e servirà.Tutte le lingue servono,almeno quando si va in Slovenia si saprà instaurare un dialogo.Mi dispiace per i genitori della Terska dolina  che perderanno una grande opportunità pe…

Primavera/vilazim a Zavarh (Villanova)

Immagine
 Tou Terski dolini je paršla vilazim ,use je zelenò, žvrgolijo ščinkav  ci  an judje se veselijo da pride lijepa stagion.
Nella Val Torre è arrivata la primavera,tutto è verdeggiante,cantano i fringuelli e le persone sono contente dell'arrivo della bella stagione.





















L'introduzione dello sloveno nelle scuole di Lusevera e Taipana

Immagine
Un vero e proprio caos si è creato in Val  Torre nell'ultima settimana, in relazione alla creazione della scuola bilingue e il passaggio al comprensivo di San Pietro. I genitori dei bambini che frequentano la scuola a Lusevera, sono stati convocati dall'assessore alla cultura Luca Balzarotti, per convincerli che non è necessario trasformare la loro scuola in  bilingue , per evitare il rischio di chiuderla per mancanza di iscrizioni. Inoltre la Pertoldi,dirigente di Tarcento, nella riunione con i genitori, ha asserito che la bilingue di S.Pietro non è statale, ma parificata.Tutto questo ha causato un sacco eccitazione nei genitori.
Il sindaco di Lusevera,Guido Marchiol ,il rappresentante della maggioranza Denis Pascolo e Igor Cerno hanno provato in  questi giorni a calmare le acque, onde evitare che in una sola settimana  sia sprecato tutto ciò che si  è ottenuto con grande sforzo in tre anni.


fonte:traduzione dal Primorski dnevnik
http://www.primorski.it/stories/Alpe-Jadran/23…

Libri terapeutici

Immagine
29 marzo 2014: a Remanzacco i libri terapeutici.
Le indimenticabili pagine di un libro e i pensieri d'autore sul valore della lettura e della letteratura ci suggeriscono quanto la parola possa essere potente, magica e terapeutica. Con questa convinzione, sabato 29 marzo, alle ore 20.45, presso l’auditorium Giovanni De Cesare di Remanzacco, nell’ambito di una serata benefica, organizzata da MusicaMia, patrocinata dal comune di Remanzacco e dedicata all’ANFAMIV (Associazione Nazionale delle Famiglie dei Minorati Visivi), tra immagini e canti della corale Luigi Del Zotto e di MusicaMia in stretta collaborazione con l’associazione In arte Buri, alcune esperte discuteranno di libri concepiti per chi deve affrontare la quotidianità con difficoltà che altri non hanno. Gli artistici libri tattili realizzati dal Corso di illustrazione dell’Università delle LiberEtà, quelli che amano essere toccati, sfiorati, accarezzati da mani curiose alla ricerca di emozioni nuove, e un tenerissimo e musi…