Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2015

APPUNTO

"Quando si parla dell'autonomia e delle specialità della nostra Regione le qualità fondamentali dovrebbero essere l'umanità e l'etica,la dignità umana e i diritti fondamentali di ogni persona in quanto esseri umani?
Com'è possibile restare noncuranti quando centinaia di persone straniere e altre italiane non trovano accoglienza in nessun luogo?E perchè questa situazione permane da mesi e mesi?"
Don Pierluigi Di Piazza

Interessante iniziativa

Immagine
Vivere la magia del Natale in un incontro di cultura, artigianato, solidarietà e amicizia.
Questo lo scopo della manifestazione «Gesti antichi per un nuovo Natale», organizzata anche quest’anno dalla Pro loco Nediške Doline-Valli del Natisone e dal Comune di San Pietro al Natisone, per mettere in mostra la creatività artistica e i prodotti tipici delle Valli del Natisone e della Valle dell’Isonzo.
L’evento, giunto alla sua dodicesima edizione, si svolgerà sabato 5 e domenica 6 dicembre nell’area delle palestre e del centro studi di San Pietro (in ambiente coperto e riscaldato, quindi a prova di maltempo) e vedrà coinvolti, insieme, artigiani e artisti di tutto il Friuli e della Slovenia. Un’occasione per rafforzare, una volta ancora, i già saldi legami di fratellanza e di collaborazione che da sempre uniscono le due comunità vicine. Significativa la partecipazione all’iniziativa anche di diverse scuole dell’infanzia, primarie e secondarie delle Valli del Natisone, oltre a diverse associ…

Sportello sloveno all’Aas 3 a Gemona - Slovenščina na zdravstevni ustanovi 3

Immagine
Presso l’Azienda per l’assistenza sanitaria n. 3 (Alto Friuli-Collinare-Medio Friuli), a Gemona, già da ottobre è nuovamente attivo lo sportello per la minoranza slovena, nella persona di Alen Carli. È a disposizione del pubblico il lunedì, martedì e giovedì dalle 8.00 alle 16.00.

Na Uradu za Socialni marketing deluje v okviru guminske Zdravstvene ustanove št 3. že od oktobra jezikovno okence za slovensko manjšino. Po potrebnem razpisu je zdaj nova odgovorna oseba za stike z javnostjo v slovenščini Alen Carli. Pravzaprav je Carli že nekako osebnost med zamejskimi Slovenci, saj je bivši nogometaš; že od nekdaj pa med drugim uspešno ponuja tečaje slovenščine za odrasle v Vidnu. Na Uradu za Socialni Marketing bo prisoten ob ponedeljkih, torkih in četrtkih od 8.00 do 16.00 vse do oktobra naslednjega leta. Ob upoštevanju deželne zdravstvene reforme se nova odgovorna oseba za zdaj loti posodobitve spletne strani Ustanove; v prihodnjem pa bo spletno stran vzdrževala in nadgradila z vsebinami.…

Sloveno nelle scuole in Valcanale-Pouk slovenščine v Kanalski dolini

Immagine
Alla fine le lezioni sono iniziate anche per lo sloveno. Dopo la firma del contratto, avvenuta martedì, l’insegnante individuata ha preso servizio già mercoledì 25 novembre. Si tratta di Alma Hlede, insegnante di sloveno ormai di lungo corso nelle scuole Valcanale, ricordata da diverse generazioni di alunni. Anche per quest’anno e come negli anni precedenti, Hlede insegnerà, quindi, sloveno ai bambini dai 3 ai 6 anni di età nelle scuole d’infanzia di Ugovizza/Ukve, Žabnice/Camporosso e Tarvisio/Trbiž (qui in entrambi i plessi di Città e Centrale) e nelle scuole primarie di Ugovizza e Tarvisio (anche qui Città e Centrale).
Come ricorderanno i lettori del Dom, a settembre l’Istituto omnicomprensivo Ingeborg Bachmann disponeva di soli 3000 euro per finanziare l’insegnamento e la nuova dirigente scolastica, Lucia Negrisin, ha ritenuto di non farlo senza la garanzia finanziaria per poter proseguire fino al termine dell’anno scolastico ormai avviato.
Nei mesi scorsi le amministrazioni comunal…

Sessant’anni del Circolo di cultura Ivan Trinko: un omaggio a Milko Matičetov e Pavle Merkù

Immagine
Il Circolo culturale Ivan Trinko, primo circolo sloveno fondato in provincia di Udine, festeggia quest’anno i sessant’anni di attività. Tra le iniziative promosse per celebrare questa ricorrenza, ci sarà una serata dal titolo ‘La scoperta della tradizione nell’occidente sloveno / Odkrivanje izročila na slovenskem zahodu’ dedicata alla memoria di Milko Matičetov e Pavle Merkù, mancati un anno fa. L’appuntamento è per giovedì 3 novembre alle ore 19 allo Slovenski kulturni dom a San Pietro al Natisone.
Dopo il saluto del presidente del Circolo, Michele Obit, presenteranno le figure dei due ricercatori, etnologi, ed il loro lavoro, Živa Gruden, Roberto Dapit (Università di Udine) e Barbara Ivančič Kutin (Istituto per l’etnografia slovena del Centro di ricerca scientifica dell’Accademia slovena della scienza e dell’arte).
Parteciperanno anche il Coro misto Nediške doline, Silvana Paletti, Luigia Negro, Liduina Cencig, Luisa Cher e Ada Tomasetig che faranno rivivere la tradizione orale e cano…

Mio nuovo blog

Immagine
E' nato il mio nuovo blog di foto e video.Via aspetto Olgica
http://foto-videoblog.blogspot.it/

Educazione sanitaria

Immagine
IO MI VACCINO E TU?Vaccinofobia, arriva la graphic novel della biologa-fumettista per sfatare falsi miti e disinformazioneBOLOGNA – “Sono l’arma più utile contro le malattie, eppure i vaccini fanno sempre più paura.Tra disinformazione e falsi miti, facciamo chiarezza sui dubbi più comuni“. Come?Con una graphic novel. E’ l’idea diClaudia Flandoli, che è biologa, ma anche fumettista.






http://www.dire.it/21-11-2015/25582-vaccinofobia-arriva-la-graphic-novel-della-biologa-fumettista-per-sfatare-falsi-miti-e-disinformazione/

Alessia Berra riceve la Bandiera Verde in Campidoglio

Immagine
L'assegnazione della bandiera verde con il marchio agricoltura consegnato a Roma in Campidoglio l'11 novembre ad Alessia Berra che ha rappresentato il Friuli.Alla cerimonia ufficiale erano presenti 9 protagonisti.
Ecco le foto 



BRAVA ALESSIA sei un esempio per tutti i giovani friulani ed italiani!!!

Identità multiple. Convegno a Udine - Večplastne identitete. Posvet v Vidnu

Sabato 3 dicembre, alle 18.30, si terrà nella sala del centro parrocchiale di Godia (via Genova, 1) il convegno dal titolo «Identità multiple al confine orientale – Non solo teorie». Ad aprire i lavori sarà il sindaco di Udine, Furio Honsell. Quindi per primo interverrà il consigliere comunale Mario Canciani, con delega per il progetto intercultura ad Udine, che parlerà de «Il progetto intercultura a Udine: dalle parole ai fatti». Sergio Tavčar, giornalista di Tv Koper Capodistria parlerà invece di «Identità multiple». A portare la propria «Esperienza da italiano a Koper/Capodistria» sarà, invece, Tommaso Manià, collega giornalista di Sergio Tavčar sempre a Tv Koper Capodistria. A chiudere gli interventi sarà Igor Jelen, professore all’Università di Trieste/Trst, che parlerà di «Identità in epoca di globalizzazione: tra nuove retoriche e pratica quotidiana». Il convegno sarà moderato da Alen Carli, insegnante di lingua slovena ai corsi per adulti organizzati ogni anno dal Comune di Ud…

Minestra di brovada

Immagine
La brovada (rape inacidite) è un tipico prodotto del Friuli  che si mangia in autunno/ inverno.Si può acquistare in sacchetti appositi (ottima) o in scatola.Quella in scatola della Zuccato è buona.

Ricetta della minestra di brovada e fagioli come la faceva la mia nonna Rosa

Ingredienti
300 g di fagioli borlotti dell'Alta val Torre preferibilmente "Fiorina" di Bardo/Lusevera2 carote e una costa di sedanouna bella cipolla dorata tritataun battuto di aglio e lardo frescoolio extra vergine di oliva (nonna Rosa usava le morchie del burro fuso)sale e pepe 300 g di brovadaqualche cucchiaiata di farina di polentaPreparazione
mettere in ammollo i fagioli per una nottefare il soffritto con l'olio, il battuto di lardo,sedano,carota tagliate a rotelline e fagioli.nella casseruola mettere acqua bollente ,far bollire a fuoco basso i fagioli per 2 ore (devono essere ben cotti)con un mestolo togliere un po' di fagioli e metterli in parte,frullate quelli rimasti con il liquido o pass…

LA SAGA DELLA BROVADA di Enos Costantini

Immagine
Enos Costantini ci parla del seme della rapa La semente, invero piccola, dato che mille semi pesano da due grammi e mezzo a tre grammi, era prodotta in proprio. Ciò si faceva solitamente trapiantando a novembre tal rices alcune radici che avevano le caratteristiche volute. Nei luoghi più freddi le rape da seme erano poste in un secchio e passavano l'inverno nella stalla per essere poi trapiantate intun plet ai primi tepori. I getti primaverili, alti un metro e mezzo e più, erano sostenuti con frasche onde proteggerli dai danni del vento (par che l'aiar no ju rompi). La semente si raccoglieva in maggio - giugno e le impurità erano tolte con un crivello (netâ tal crivel). Quando c'era uno scambio di semente tra famiglie, di solito tra donne, questa veniva misurata in vignarûi (ditali); ad. es. si poteva sentire dire dami doi vignarûi di samence. Ciò è dovuto, ovviamente, alle piccole dimensioni del seme (la samence ch'a è tant fine). Ci poteva essere anche uno scambio …

L’influenza del friulano sui dialetti sloveni del confine

Immagine
Dal ‘Manuale di linguistica friulana’ l’ennesima conferma del mondo accademico sulla natura delle parlate della fascia confinaria della Provincia di Udine. Lo ziljsko, proprio della val Canale, il rezijansko della val Resia, il tersko delle valli del Torre e il nadiško delle valli del Natisone sono dialetti sloveni di antico insediamento. Lo scrive nel capitolo del manuale dedicato al plurilinguismo e al contatto fra la lingua friulana con le altre lingue della regione, la professoressa Liliana Spinozzi Monai. Il volume, edito da De Gruyter (Berlino-Boston) a cura di Sabine Henemann e Luca Melchior, è stato presentato lo scorso 18 novembre nella sede di via Margreth dell’università di Udine.
Ad introdurre l’opera i professori Enrico Peterlunger e Giovanni Frau dell’Ateneo udinese. Mentre ad illustrare più nel dettaglio il corposo e aggiornato manuale di linguistica sono stati gli stessi curatori dell’opera. Che, appunto, hanno scelto di dedicare un capitolo a parte al plurilinguismo e …

Giornata contro la violenza sulle donne, diversi eventi a Udine

Immagine
In questi giorni di fronte ai fatti di Parigi la violenza sulle donne passa in secondo piano.L'Istat ha preso in considerazione gli ultimi 5 anni sino al 2014 e risulta dalle statistiche che una donna su tre dai 16 ai 70 anni ha subito nel corso della sua vita una forma di violenza fisica o sessuale.Non c'è differenza fra donna italiana o migrante,il 31 per cento la subisce,(6 milioni 788mila donne).Chi commette violenza  sono i partner,gli ex o i parenti e gli amici di famiglia.Sono dati che ci fanno riflettere .Le donne oggi hanno maggior consapevolezza nel riconoscere e reagire al maltrattamento,c'è un aumento delle denunce,minor vergogna a parlarne.Le denunce sono in crescita anche se non tutte le donne denunciano o sono costrette a ritirare la denuncia. Oggi ovunque si terranno manifestazioni per ricordare la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.
Giornata contro la violenza sulle donne, diversi eventi a Udine Eventi a Udine
„ Data clou del programma sarà il…

Giornata contro la violenza sulle donne

Immagine
La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. L'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica in quel giorno.L'Assemblea Generale dell'ONU ha ufficializzato una data che fu scelta da un gruppo di donne attiviste, riunitesi nell'Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi, tenutosi aBogotazionenel  1981.
Questa data fu scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l'impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell'arretratezza e nel cao…

I dirigenti scolastici propongono l'istituzione di un nuovo liceo plurilingue a San Pietro al Natisone

Immagine
Il College di San Pietro,conosciuto come scuola bilingue ,potrebbe diventare presto liceo.Non come quei licei che esistono già nel nostro territorio,ma simile a quello di Klagenfurt dove i giovani studiano italiano,tedesco e sloveno.L'idea è venuta ai tre dirigenti scolastici che si sono incontrati a San Pietro il 16 novembre con il sindaco Mariano Zufferli  e gli assessori della provincia di Udine Beppino Govetton e Carlo Teghil .Nino Ciccone  dirigente dell'istituto comprensivo monolingue , Sonja Klanjšček per la bilingue e Patrizia Pavatti del Convitto Paolo Diacono concordano che questa soluzione permetterebbe agli ex alunni della bilingue di studiare lo sloveno anche nella scuola superiore ,come desiderio di molti genitori. Questa offerta arricchirebbe ed allargherebbe l'offerta formativa delle scuole del territorio. Nelle Valli del Natisone, mentre  gli abitanti sono in decrescita,la popolazione scolastica è in aumento per l'alta qualità delle scuole di San Piet…

Poesia di Brecht

Immagine
Sul muro Sul muro cera scritto col gesso viva la guerra. Chi l'ha scritto
è già deceduto.
Chi sta in alto dice:
Si va verso la gloria.
Chi sta in basso dice:
si va verso la fossa.
La guerra che verrà
non è la prima. Prima,
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell'ultima
c'erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente egualmente
Al momento di marciare molti non sanno
che alla loro testa marcia il nemico.
La voce che li comanda
è la voce del loro nemico
e chi parla del nemico
è lui stesso il nemico. Bertold Brecht
fatela imparare a memoria ai vostri figli che poi la insegneranno ai loro figli la guerra è solo il frutto di menti ammalate

Borghi di Zavarh-Villanova grotte (Lusevera)

Immagine

E' arrivata la neve in paese

Immagine
A Villanova delle grotte-Zavarh stamattina






VideoBlog: Provate a parlare usando i fiori

Immagine
Le ultime rose a Villanova delle grotte-Zavarh 
VideoBlog: Provate a parlare usando i fiori: Queste parole che ho scritto ve le dono volentieri e spero possano raggiungere ciascuno di voi, i fiori che ogni giorno contemplo me le h...

Domani a Lusevera/Bardo un concerto di San Martino speciale

Immagine
Domani 22 novembre alle ore 15,30 nella chiesa di San Giorgio/Sveti Jurij di Lusevera ci sarà il concerto di San Martino che quest'anno sarà tutto dedicato a Pavle Merkù compositore,etnomusicologo, studioso  e ricercatore della parlata slovena dell'Alta Val del Torre .L'iniziativa è stata promossa  dal Centro Ricerche Culturali di Bardo in collaborazione con il coro di Grosuplje (Slo) Biser e del Barski oktet.
Ospite d'eccezione sarà la flautista Orsola Banelli neodiplomata a pieni voti al conservatorio di Udine J.Tomadini con una tesi dal titolo "Pavle Merkù:cultura e musica al confine italo-sloveno".Oltre a presentare brevemente il suo lavoro,Orsola interpreterà il brano del compositore  triestino
"Pesem in ples/ Canzone e danza" scritto per flauto solo.
Il professor Merkù,nel corso degli ani '70,passò molto tempo in Terska e Karnajska dolina e registrò le testimonianze,i canti e le filastrocche di tanti valligiani.
Durante il mandato del si…

Come nacque l’idea del traforo di Sella Carnizza

Immagine
Giovanni Panteo Barocci, il generale che si è prodigato per reperire i perché, i fondi economici, i permessi e altro per far decollare il progetto del traforo di Sella Carnizza, ha concesso ad Herold Friul, la storia vera di come è nata questa idea.Ha però voluto narrare i fatti al modo di una storia che qui riportiamo grazie alla penna di Giovanni Bianco Del Lago, oggi agente segreto ad Astana, nel Kazakistan. Quattro amici lasciarono le loro auto sul piazzale ghiaioso presso ponte Tanarmàn. Da lì, si incamminarono lungo la pista forestale che porta al fontanone Barmàn. Subito presero il sentiero che volgeva verso casera Planinizza e un po’ prima giunsero al capanno di caccia di Baldo, situato in un boschetto di faggi, a quota 890 metri, sotto le cime dei Musi. Capanno che sempre era a disposizione dei cacciatori purché lasciassero sempre provviste e tutto in ordine.
Quel giorno, con loro ci stava pure un ospite importante, niente meno che un futuro generale, l’ ufficiale Giovanni…

Tricorno dall'aereo

Immagine

Giornata dei diritti dell'infanzia e dell' adolescenza

Immagine
Il 20 novembre è la Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell' adolescenza.Questa data è stata scelta per ricordare il 20 novembre del 1989 in cui l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò la Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.In questo giorno ovunque nel mondo si riflette sulle condizioni dei bambini e degli adolescenti vittime di abusi,discriminazione, e condizioni di trascuratezza .Oggi ovunque ci saranno manifestazioni e in 810 farmacie d'Italia che aderiscono al progetto "Fondazione Francesca Rava-NPH Italia onlus" per sensibilizzare sui diritti dell'infanzia i volontari distribuiranno la Carta dei Bambini ed inviteranno i clienti a dare un contributo acquistando farmaci,prodotti per l'infanzia da distribuire a enti assistenziali e a case famiglia del territorio,ma anche all'Ospedale Pediatrico Saint Damien (Haiti).
Quest'anno l'Unicef ha lanciato la campagna"Bambini in peri…

Conoscere la Slovenia

Immagine
Il comprensorio di Breginj, che costituisce l'estremo lembo occidentale della Slovenia, è una parte integrante dell'area culturale della Beneška Slovenija (Slavia Veneta). Il mondo alpino, intersecato da valli fluviali, racchiude una natura incontaminata ed un ricco patrimonio etnologico. Il crinale dello Stol, che si estende per circa 30 km, dal quale si godono panorami mozzafiato, è un vero paradiso per gli amanti del parapendio, del deltaplano, della mountain bike e dell' escursionismo. L'architettura della Slavia Veneta del 18° e del 19° secolo, veramente unica, è rimasta conservata dopo il sisma del 1976 nel Museo di Breginj. Le case di pietra disseminate sui versanti montuosi recano incisa la convivenza tra l'uomo e la natura. La bellezza mistica del paesaggio costituisce il tesoro di queste valli.
foto di Igor Baloh Parin