Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2017

SKGZ novice

Immagine
Slovenska kulturno-gospodarska zveza izraža zadovoljstvo, da bodo Slovenci v Reziji razpolagali  z novim kulturno-muzejskim centrom na Solbici, ki ga bodo uradno predali namenu v soboto, 14. oktobra, ob 11. uri. Gre za pomembno pridobitev, ki bo nedvomno prispevala k utrjevanju in promociji dejavnosti slovenskih organizacij, ki se več let vztrajno in ne brez težav s krajevnimi upravitelji trudijo, da ne bi rezijanska kultura in govorica šli v pozabo. Za nov center, ki bo posvečen rezijanskemu pravljičarstvu, nosijo zaslugo številne organizacije in ustanove. Posebno pohvalo pa si zasluži Luigia Negro, ki je ves čas podpirala načrt, ki je nastal v trenutku, ko je občinska uprava našim organizacijam onemogočila nadaljnje uradovanje v župnišču na Solbici. Da ne bi ostali brez sedeža, so predstavniki naših organizacij kupili staro hišo ob cerkvi in se najprej lotili obnove stavbe, v zadnjem času pa so jo tudi vsebinsko oplemenitili. Na seji Izvršnega odbora SKGZ, ki je bila v goriškem KB …

Acqua del vescovo

Immagine
MONTEAPERTA * LOCALITA’ ACQUA DEL VESCOVO *** Una tradizione popolare attribuisce il nome ACQUA DEL VESCOVO ad uno zampillo di una freschissima acqua che sgorga dalle rocce più basse del Gran Monte, a nord della chiesetta della S.S. Trinità. Questa vicenda alquanto curiosa, è legata alla visita pastorale dell’arcivescovo di Udine ai paesi della val Cornappo, e ha decisamente influito alla toponomastica di questa località. Si racconta che durante la cerimonia di consacrazione della vetusta chiesetta, avvenuta verso la metà del 18° secolo, sotto il solleone, il presule, affaticato dal lungo rito, appesantito dai paramenti sacri, avrebbe manifestato il desiderio di un bicchiere d’ acqua fresca per dissetarsi. Il sacrestano ha allora offerto a Sua Eccellenza l’acqua richiesta attinta allo zampillo sopradetto che si trovava a breve distanza. Il vescovo deve essere stato cosi colpito dal sapore, della leggerezza e dalla freschezza dell’acqua degustata se, a fine rito, volle raggiungere a pi…

Monteaperta - Viškorša

Immagine
Monteaperta, chiesa parrocchiale e sacramentale dedicata a San Michele Arcangelo e a San Lorenzo (prima era una chiesa vicariale dedicata ai Santi Daniele e Lorenzo, dei quali esisteva una Fraterna fino 1482).
Già citata in documenti risalenti al 1585, è stata ricostruita dopo la distruzione del terremoto del 1976. Il suo alto antico campanile è stato restaurato. Furono però mantenuti una Via Crucis, l'organo e mobili antichi. La vecchia chiesa era riccamente decorata con affreschi dipinti da Titta Gori (1870-1941) pittore di Nimis. Il 23 settembre 1708, Monteaperta supplica il Senato Veneto di elevare la loro chiesa in battesimale e sacramentale: si conferma che ad onta della distanza e della difficoltà delle vie, nessuna chiesa in montagna è sacramentale. Bambini morti senza battesimo, ed adulti senza sacramenti. Il Cornappo si attraversava 4 volte. La chiesa parrocchiale fu fatta solo sacramentale il 6 settembre 1710. Il 4 dicembre 1710, il Monsignore Patriarca permette finalmen…

Novi deželni statut tudi za manjšine - Statuto da rivedere per le minoranze

Immagine
Dell’autonomia speciale del Friuli Venezia Giulia e degli spazi che prevede per le minoranze linguistiche, ma anche della rappresentanza politica di queste ultime in parlamento a Roma, abbiamo parlato con Elena D’Orlando, professoressa di Diritto pubblico comparato al dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Udine, che si occupa in particolare dello studio delle Autonomie speciali in Italia e in Europa. Dal 2013 è membro della Commissione paritetica Stato-Regione FVG. I cittadini del FVG spesso non sanno in che cosa si concretizzino le forme di autonomia garantite dallo Statuto. Quali sono? «L’autonomia speciale si caratterizza, in estrema sintesi, per i seguenti aspetti: il rango costituzionale dello Statuto speciale, che non può essere modificato con una legge ordinaria del Parlamento; il metodo negoziale previsto per l’attuazione dello Statuto, nell’ambito della Commissione paritetica (in cui siedono 3 rappresentanti dello Stato e 3 della Regione); i rapporti finanziari …

Frico

Immagine

Panariti, intervista su insegnamento bilingue e plurilingue

Immagine
La possibilità di introdurre lo sloveno come materia nelle scuole italiane, i problemi relativi all’insegnamento della lingua slovena in Val Canale ed i progetti per l’avvio di un percorso d’istruzione plurilingue nel territorio al confine con Austria e Slovenia hanno caratterizzato il primo mese dell’anno scolastico 2017/2018. Ne abbiamo parlato con l’assessore regionale competente Loredana Panariti, che a metà settembre ha partecipato anche ad un incontro al Ministero dell’Istruzione. Nell’ultimo incontro con la ministra Fedeli a Roma, visto il crescente numero di richieste da parte delle famiglie, avete discusso anche dell’insegnamento della lingua slovena nelle scuole italiane. Come intendete procedere? Si tratta di un progetto pensato solo per la provincia di Trieste o potrebbe essere allargato anche ad altri territori?
“In attesa che l’insegnamento dello sloveno come seconda lingua comunitaria possa essere inserito nell’ordinamento, percorso che abbiamo intrapreso, procederemo con…

Več ur slovenščine v tipajski šoli - A Taipana più ore di sloveno a scuola

Immagine
Arrivare a un incremento del numero di ore d’insegnamento dello sloveno per portarlo a una trentina, riuscendo a insegnarlo settimanalmente in tutto l’anno scolastico. Questo è il proposito espresso, per le scuole d’infanzia e primaria di Taipana/Tipana, in un recente incontro svoltosi all’Istituto comprensivo di Tarcento, cui hanno partecipato la dirigente scolastica, Tiziana D’Agaro, il sindaco Alan Cecutti e il consigliere comunale Armando Noacco per il comune di Taipana, una delegazione dell’associazione slovena Don Eugenio Blanchini guidata dal presidente Giorgio Banchig e la presidente per la provincia di Udine della Confederazione delle organizzazioni slovene-Sso, Anna Wedam. Per realizzare questo proposito, l’Istituto comprensivo di Tarcento si rivolgerà al comune di Taipana, cui garantirà il proprio sostegno l’Associazione Don Eugenio Blanchini. A margine dell’incontro, il sindaco Cecutti ha sottolineato: «L’amministrazione di Taipana è interessata a potenziare l’insegnamento d…

Uscito il nuovo numero del Novi Matajur

Immagine

Uscito il Dom del 30 settembre

Immagine
L’edizione del 30 settembre del quindicinale Dom pone in evidenza la necessità di organizzare nelle Valli del Natisone una grande fiera autunnale delle prelibatezze del territorio, dalle specialità culinarie ai prodotti agricoli e artigianali, quale evento di promozione turistica del territorio. Si tratta di sfruttare meglio le risorse del territorio e “metterle in rete”.
Nell’editoriale il direttore responsabile, mons. Marino Qualizza, sottolinea l’impegno dei tre operatori culturali Giorgio Banchig, Riccardo Ruttar e Giuseppe Qualizza, attivi collaboratori del Dom, che quest’anno hanno compiuto settant’anni. Un traguardo che verrà festeggiato insieme a loro nel corso della messa in sloveno sabato 7 ottobre nella chiesa parrocchiale di San Pietro.
La pagina di vita religiosa pone in primo piano il ciclo di catechesi sulla speranza cristiana, tenuto da papa Francesco, che invita l’uomo a «vivere, amare, sognare, credere e a non lasciarsi sopraffare dalla disperazione».
A Prepotto vorrebb…

Slovenščina za otroke v Vidnu - Sloveno per bimbi a Udine

Immagine
Že četarto leto ždruženji Blanchini in ALPI pripravljata v Vidnu dejavnost v slovenščini za predšolske otroke od drugega do šestega leta starosti. Stekel bo v ponedeljek, 2. oktobra.Tudi letos bosta s vsaki teden dve srečanji, in sicer ob ponedeljkih in sredah med 16.30 in 18.  Dejavnosti, ki jih bo vodila vzgojteljica iz Kobarida, bodo potekale v prostorih župnije Sv. Kvirina v Vidnu (ulica Cicogna). Prvo srečanje bo v ponedeljek 2. oktobra. Tečaj je brezplačen. Potrebno je le, da se straši včlanijo v združenje ALPI in tako otrokom zagotovijo zavarovanje med dejavnostjo. Za dodatne informacije in prijave: Igor Jelen +39 348 7965945 – igorcostarica@hotmail.com; Ezio Gosgnach +39 392 0410219 – ezio.gosgnach@hotmail.it; Rino Laurencig +39 3387409132 – laurencig@alice.it A cura delle associazioni don Eugenio Blanchini e Alpi, a Udine riparte lunedì 2 ottobre, per il quarto anno consecutivo, l’attività in sloveno per bimbi della scuola dell’infanzia. Anche quest’anno sono programmati due…

Bitka na Kolovratu, telkrat za potardit, de je lepuo živiet v mieru

Ujska je lahko tudi spektakel, predstava, pa samuo, če ima namien potardit željo po mieru. Pru tuole je bla uprizoritev, ki jo je kulturno zgodovinsko društvo Triglav v sodelovanju s Kobariškim muzejem an Občino Tolmin organizalo v nediejo, 17. setemberja, na Kolovratu, kjer je urejen muzej na prostem. Stuo liet od tega so se tam avstro-ogarski an niemški sudati na adni strani, italijanski pa na drugi boril za an majhan, zlo majhan kos sveta.
Skupine iz Slovenije, Češke, Madžarske, Italije, Poljske, Nemčije an Avstrije, kupe je bluo vič ku 150 ljudi, so pokazal, kakuo se je zaries odvijala bitka. Začelo se je s simulacijo topniškega obstreljevanja (kanoni), kar je vič ku 50 eksplozij nomalo metru pred publiko zmetalo v luht zemljo an prah. Streljali so mitraljezi, zapokale puške an eksplodirale ročne bombe. Mišljeno je bluo tudi, de se bojo v luhtu spopadli roplani iz tistega cajta, pa magla an daž, ki se je tudi spremeniu v kazamor, nieso tuole dovolil.
Ob danajsti uri, takuo ki je blu…

KAJUH

Immagine
KAJUH. - Pseudonimo del poeta sloveno Karel Destovnik, nato a Šoštanj il 19 dicembre 1922, morto presso Šoštanj il 22 febbraio 1944. Dopo un'adolescenza turbinosa, trascorsa in mezzo a continue persecuzioni a causa di motivi politici, durante la guerra il K. venne internato in un campo di concentramento, poi si aggregò ad una formazione partigiana e cadde in combattimento contro i Tedeschi non lungi dalla casa natia. Una breve raccolta dei suoi scritti venne pubblicata postuma nel 1949 col titolo Kajuhove pesmi ("Poesie di Kajuh"). Le poesie del K., ad eccezione di un piccolo manipolo di liriche erotiche, sono tutte dedicate ai drammatici avvenimenti del periodo bellico, che appaiono tuttavia trattati con toni variati, poiché movenze popolaresche vi si alternano con ardite forme moderne ed accenti dimessi danno il cambio ad invocazioni appassionate. Dinanzi alla tragedia che incombe sul suo popolo, il poeta riesce a superare la mestizia e lo sconforto mediante il sentime…

Poesia di Karel Destovnik Kajuh

Slovenska pesem

Samo milijon nas je,

milijon umirajočih med mrliči,

milijon, ki pijejo mu kri biriči,

en sam milijon,

ki ga trpljenje krotoviči

in vendar ga nikoli ne uniči!

Nikoli in nikdar!

Zato, ker nismo trhle bilke,

ki po toči ovene,

ker mi nismo le številke,

smo ljudje!

Edino hlapci cvilijo ponižno kakor psi

in lajajo, da nas je malo,

da bi v uporu vse pobralo …

O, če ljudi bi ne bilo pri nas,

ljudi, ki ne ubogajo na vsak ukaz,

tedaj bi nas že kdaj odnesel plaz.

Tako pa še živimo,

čeprav nas je milijon samo,

zdahnili bi, da ne trpimo

z uporno, dvignjeno glavo!


Poesia slovena

Siamo soltanto un milione,

un milione dei morenti tra i morti,

a chi succhiano il sangue gli elettori storti,

un milione soltanto,

che dalla sofferenza viene dimezzato

ma non distrutto affatto!

Nessuno e mai!

Noi le fragili piante non siamo, eco perché,

che la grandine abbatte,

non siamo le cifre neanche,

siamo la gente!

Soltanto i servi guaiscono da cani

ed abbaiano, che siamo in pochi,

che ci porteranno tut…

A TAVOLA NELL'ALTA VAL TORRE

Immagine
Cultura e tradizione nei locali dell’Alta Val Torre 2017 La tradizione culinaria di Lusevera conserva molte gustose ricette, come quella dell’ocikana (gnocchetti di polenta con burro fuso). Altre pietanze prelibate sono la gramperesa (polenta con patate e farina gialla), lo stak (purea di patate, fagioli o fagiolini lessati, conditi con lardo fuso) ed il požganik (salsiccia con latte e farina). Nel 2014 lo stak e il fagiolo Fiorina, tipico di Lusevera, sono entrati a far parte dell’elenco dei prodotti tradizionali agroalimentari del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. È con  entusiasmo, dunque, che l’Amministrazione comunale di Lusevera ripropone quest’anno la kermesse culinaria “A tavola nell’Alta Val Torre - Jesti tou Terski dolini” che dà ai buongustai la possibilità di scoprire questi antichi sapori e l’incantevole valle. Nei fine settimana fino al 29 ottobre, infatti, i ristoranti della valle offriranno menù con i gustosi piatti della tradizione locale e p…

V torek bo Evropski dan jezikov - La Giornata europea delle lingue

Immagine
V torak, 26. šetemberja, je evropski dan jeziku, ki ga praznujemo že od lieta 2001. Namien telega dneva je, de se ljudje zaviedajo o veliki jezikovni bogatiji Evrope, ki jo je trieba ohranjati in spodbujati, kar se doseže s tem, de se evropejci učijo vič jeziku, kar bo parpejalo h vičezičnosti. Tuole je še posebno v krajeh kakor Benečija, Rezijia in Kanalska dolina, kjer domačini guore dva, tri al celuo štier jezike že od otroških liet. Škoda, de se tele velike bogatije zavieda le malo ljudi. Evropski dan jeziku bojo v Vidnu praznovali v saboto. 30. šetemberja. Sevieda bojo počastili tudi slovenski jezik. Ob 16. uri bojo na placu Libertà pod Loggia del Lionello predstavili pravce iz Rezije, Nediške doline in Karnajske doline. Martedì 26 settembre è la Giornata europea delle lingue, i cui obiettivi sono: informare il pubblico sull’importanza dell’apprendimento delle lingue e diversificando la gamma di lingue imparate con l’obiettivo di incrementare il plurilinguismo e la comprensione i…

Poesia

Immagine
Una ballata Nel silenzio di un autunno
un tordo vola
sopra il Carso. Sul prato
già non c’è più nessuno,
solo lui
oltre il pascolo
vola.
E solo il cacciatore
lo segue… Uno sparo nel silenzio;
un sottile rivolo di sangue;
il tordo
giace, giace. …
Balada V jesenski tihi čas
prileti brinjevka
na Kras. Na polju
že nikogar več ni,
le ona
preko gmajne
leti.
In samo lovec
ji sledi… Strel v tišino;
droben curek krvi;
brinjevka
obleži, obleži. Srečko Kosovel Fonte :https://poetarumsilva.com/2016/08/26/ostri-ritmi-1-srecko-kosovel/

Aperta al pubblico la piccola biblioteca

Immagine
A PRADIELIS/TER su iniziativa della Pro loco Alta Val Torre. In futuro il collegamento in rete con altre biblioteche Dopo anni di tanto impegno da parte della Pro Loco Alta Val Torre il sogno si è avverato: la piccola biblioteca di Pradielis/Ter è stata aperta al pubblico. Un traguardo importante per tutta la comunità che adesso può consultare i testi, prenderli in prestito e anche contribuire all’arricchimento degli scaffali con la donazione di libri. Il progetto era nato parecchio tempo fa da un’idea della referente l’associazione, Mara Molaro; hanno collaborato Marinella Tullio e Paola Muchino. Mara Molaro spiega in dettaglio quello è stato fatto e come funziona questo nuovo importante servizio al paese. «Abbiamo voluto partire senza grandi proclami, un po’ alla volta, con un giorno di apertura a settimana, dalla festa di San Giuseppe – spiega –; durante la sagra del paese abbiamo affisso un cartello che dava indicazione circa l’apertura, il sabato mattina, dalle 10.30 alle 12, degli …

La Regione gestisca le strade di confine

Immagine
«Come sindaco dell’amministrazione municipale di Taipana/Tipana segnalo nuovamente i diversi disagi causati dalle ultime intemperie atmosferiche del 10 agosto: per il maltempo siamo dovuti intervenire lungo la viabilità comunale per lo sgombero di piante e massi caduti sulla carreggiata, soprattutto sulle strade che portano al confine di Stato, in prossimità di località Ponte Vittorio Emanuele, ad esempio». Il primo cittadino Alan Cecutti è esausto. «Faccio notare che abbiamo una settantina di chilometri da gestire, con risorse completamente e solo del bilancio comunale. Questo ci costringe a limitare fortemente l’investimento di risorse su altri settori considerati fondamentali per lo sviluppo del territorio. Avevamo già fatto richiesta alla Regione che almeno le strade di confine venissero inserite sotto la gestione dell’Ente; credo che in tutto il Friuli Venezia Giulia ci siano ancora tre o quattro strade che conducono al confine sotto la gestione comunale. Non vedo il motivo perch…

Poklon vasi Plestišča, domačemu narečju in kulturi

Immagine
Poklon Plestiščam v besedi in sliki. Tako bi lahko označili knjigo “L’Orologino e altre storie / Orlojǝč an druge pravǝce” plestiškega umetnika Luigija Moderiana, ki so jo predstavili v četrtek, 7. septembra, v čedajski kavarni San Marco.
Knjiga vsebuje pet zgodb, v katerih prihaja lepo do izraza avtorjeva velika ljubezen do domačega kraja, narečja, ljudskega izročila in kulture nasploh. “Da razumeš zgodbe in ilustracije preprosto moraš v Plestišča,” je povedal Giorgio Banchig, predsednik Inštituta za slovensko kulturo. Prav ISK je namreč omogočil izdajo zanimive knjige, medtem ko se je ideja, da bi Moderianove pripovedi tudi objavili, porodila že pred nekaj leti, ko so snemali videoposnetek za muzej SMO v Špetru. Zdaj je publikacija končno izšla, bralci pa lahko zgodbe preberejo v plestiškem narečju (lepi mešanici krajevnih govorov iz Nadiških in Terskih dolin ter Breginjskega kota, kot je razložil Banchig), knjižni slovenščini in italijanščini.
Zgodbe v knjigi, v kateri je ospredju tu…

Ta pyrwa cirköw ta-na Solbici - La prima chiesa di Stolvizza

Immagine
Ta pyrwa cirköw ta-na Solbici na jë bila norëd lëta 1628 ano nji te sveti to jë bil wžë itadej Sveti sin Karlö Boromejski (1538 – 1584). Tu-w numo dokuminto od lëta 1642 to jë napïsano, da ita stara cirköw jë bila ‘ai piedi della vila’, to prïdë raćët ito, ki počnüwala ves, po nes ta-na Wortë. Ito blïzo so bile pa ïše. Lëta 1746 no nuć, ki jë bila üda ura, jë se prëderl öblak anu to pajalo wkrej cirkuw anu pa ïše. To pajalu wsë nu w potök. Od ise ïš se mörë vïdët nešnji din no višklažono pënć, ki na jë ģona blïzu krïža, ka spomenja, da ninki nur ito jë bila cirköw. Po isin se jë zbralo naredit cirköw ta-na Lazo tej jo šćalö vïdimo. (s. q.) La prima chiesa di Stolvizza/Solbica fu  eretta nel 1628 e già allora intitolata a San Carlo Borromeo (1538 – 1584). In un documento del 1642 si può leggere come questa chiesa si trovasse ‘ai piedi della vila’, ossia lì dove iniziava il paese, nella località che in dialetto sloveno resiano si chiama ta-na Wortë. Lì vicino si trovavano delle case. Nel 1…