VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

22 ago 2014

Vietato fotografare

da una vecchia fotografia

 Negli anni 1950/60 ,non so se qualcuno si ricorda,le strade della Benecia erano "abbellite" da cartelli in cui era scrittoi :E' vietato fotografare".
A chi contravveniva a questo divieto venivano sequestrate e distrutte le foto e pagava un'ammenda.Tutto ciò era giustificato da motivi militari,per tutelare i confini.
Io a quei tempi frequentavo le scuole elementari e non avevo mai raccolto le stelle alpine,allora non era flora protetta mi pare.Mio padre che conosceva molto bene la Val Torre/Terska dolina,su mia insistenza un giorno di settembre, mi portò in montagna per ammirare ed eventualmente raccogliere le stelle alpine.Mi portò veramente,perchè gran parte del tragitto lo feci sulle sue spalle.Salimmo da Tanamea fino alle malghe degli abitanti di Cornappo/Karnahta . 
Sono passati moltissimi anni ed ancora ricordo i bellissimi pascoli,i galli cedroni,le pernici ed altri uccelli ora scomparsi.Trovammo molte stelle alpine che immortalammo in belle foto che io non vidi mai.
Scesi a valle,salimmo in macchina e dopo un po' ci fermarono i Carabinieri che chiesero i documenti ed ispezionarono l'auto.Sequestrarono il rullino e l'episodio seguì il suo iter.Arrivammo a casa un po' nervosi,ma l'ordine era di non raccontare nulla alla mamma che chiese cos'era successo,ma noi zitti.
Il giorno successivo sul quotidiano locale c'era l'articolo con nome e cognome della persona multata.
Dopo un po' di mesi arrivò la notifica:"Condannato a pagare 5.934 Lire "che per quei tempi era una bella cifra.Non c'erano segreti militari nelle foto di certo,ma solo una bambina con un mazzo di stelle alpine,ma era  la legge ed andava rispettata.Quello fu un episodio che non scorderò mai.


Le immagini sono tratte da Wikipedia e sono di pubblico dominio



http://it.wikipedia.org/wiki/Tetrao_urogallus

http://it.wikipedia.org/wiki/Leontopodium
per saperne di più

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *