avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

12 ott 2014

Burjanka, una festa tra tradizione e modernità

Insieme all’iniziativa culinaria “A Tavola nell’Alta Val Torre – Jesti tou Terski dolini”, sabato 11 ottobre prenderà avvio anche la Burjanka, la tradizionale festa delle castagne di Bardo.
L’ormai noto gruppo blues rock “Blue Fingers” animerà un serata all’insegna della beneficenza, in quanto inserita nel programma di eventi “Mille note per Jenny”, manifestazione che raccoglie fondi a favore del progresso della ricerca oncologica. burjanka
Domenica 12 ottobre a Bardo apriranno fin dal mattino gli stand del mercatino dei prodotti tipici della montagna che ogni anno riserva qualche novità. Dopo la messa delle 11.30 accompagnata dal coro Slavija è in programma l’inaugurazione dell’info-point del museo etnografico, attività prevista nell’ambito del progetto transfrontaliero denominato ZborZbirk di cui è partner il Comune di Lusevera. In particolare, saranno illustrati gli interventi realizzati e ancora da realizzare sul Museo. Prenderà la parola anche Andrej Furlan che nell’anno accademico 1992-1993 ha dedicato la propria tesi di laurea al museo. “Lo spunto per la stesura di questa tesi di laurea – si legge nella presentazione – va ricercato nella volontà di contribuire alla valorizzazione di una realtà culturale che ha subito negli anni post-sismici un preoccupante depauperamento delle proprie specificità culturali, etniche ed antropologiche. L’accelerato mutamento socioeconomico dell’Alta Val Torre ha irrimediabilmente causato un brusco abbandono delle attività agro-pastorali e del mondo ad esse legato. L’unica traccia di una cultura che va scomparendo è rappresentata dalla raccolta di oggetti etnografici depositata presso il Museo etnografico di Lusevera-Bardo”.
A ora di pranzo si potranno gustare in compagnia della musica piatti tipici come stak, ocikana e požganik anch’essi facenti parte della tradizione e della cultura del luogo.
Alle 15.00 presso la chiesa di San Giorgio vi sarà l’esibizione della sezione di ottoni della Filarmonica slovena. Tibor Kerekes (tromba), Franc Kosem (tromba), Roman Podlesnik (tromba), Dejan Glamočak (tromba), Jože Rošer (corno), Justin Felicijan (corno), Žan Tkalec (trombone), Wolf Hagen Hoyer (trombone), Domen Gantar (trombone), Janez Žnidaršič (tuba), Matevž Bajde (percussioni) interpreteranno composizioni di autori “classici” e moderni. Il concerto è incluso nel cartellone del Festival Internazionale di Musica Contemporanea Kogojevi dnevi.
Nel corso del pomeriggio, inoltre, i più piccoli potranno passeggiare in groppa ad un asinello in compagnia di una guida naturalistica del Parco Prealpi Giulie. 

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade