VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

20 giu 2016

Flora della Val Torre - Terska dolina


La aquilegia comune (Aquilegia vulgaris) è una pianta della famiglia delle Ranunculaceae.
Il nome del genere Aquilegia deriva forse dal latino "aquilegium" che significa recipiente d'acqua per la presenza dei cinque speroni cavi nel fiore. Credenze popolari, invece lo fanno derivare da "aquila" poiché la sua estremità è ricurva come il becco e gli artigli del rapace.
È una pianta erbacea perenne che raggiunge 1,2 m di altezza. Fusto eretto, glabro o pubescente ramificato; foglie basali peduncolate suddivise in tre elementi a forma di ventaglio con lobi arrotondati; foglie cauline progressivamente ridotte, le superiori costituite da tre elementi lanceolati. Fiori azzurro-violetti penduli grandi, con speroni ritorti ad uncino. Sepali simili ai petali e una corolla di 5 petali. al centro della corolla spunta un ciuffetto di antere di colore giallo vivace, sorrette da filamenti allungati.Pianta comune, fiorisce da giugno ad agosto nelle radure ed ai margini dei boschi da 600 a 1800 m.Nell'erboristeria tradizionale, l'Aquilegia era considerata sacra a Venere, poiché si credeva che un mazzetto avrebbe suscitato l'affetto di una persona cara. Nicholas Culpeper la raccomandava per alleviare i dolori del parto. Nella moderna erboristeria è utilizzata come astringente e diuretico.
fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Aquilegia_vulgaris

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *