VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

13 ott 2016

E' uscito il nuovo numero del Dom


In prima pagina sul numero del 15 ottobre, il quindicinale Dom pone in primo piano i 150 anni dal plebiscito che il 21 e 22 ottobre 1866 sancì l’ingresso anche della Slavia friulana e di Resia nel Regno d’Italia. L’entusiasmo fu ben presto gelato dalla politica etnocida del Regno, infatti solo un mese dopo l’anessione il Giornale di Udine sentenziava: «Questi Slavi bisogna eliminarli».
Venerdì 21 ottobre in sala consiliare a San Pietro al Natisone si terrà un’articolato simposio sulle conseguenze del plebiscito.
L’editoriale di mons. Marino Qualizza, direttore responsabile del Dom, è dedicato a mons. Stanko Sivec di Livek, nella piccola parte della Benecia ora in Slovenia, e alla sua biografia, che esprime l’anelito alla libertà di un sacerdote che ha vissuto gli anni bui del fascismo e il regime comunista dell’ex Jugoslavia, sotto il quale fu più volte incarcerato a causa delle fede.
Nella pagina di vita religiosa in apertura le riflessioni di Papa Francesco che in conferenza stampa ha ribadito il matrimonio, quale l’unione tra uomo e donna, immagine di Dio, nell’ambito del quale l’ultima parola ce l’ha la misericordia.
Il documento sulla riorganizzazione dell’Arcidiocesi, redatto dal gruppo redazionale del Dom, dalle associazioni »don Eugenio Blanchini« e »don Mario Cernet«, raccoglie consensi tra i sacerdoti e gli operatori pastorali di tutta l’area confinaria, dalla Valcanale alle Valli del Natisone.
Cinque comuni delle Valli del Natisone, Drenchia, Grimacco, Pulfero, San Leonardo e San Pietro al Natisone non hanno aderito all’Uti del Natisone e proseguono nello sforzo per ottenere un ente sovracomunale autonomo con personalità giuridica.
L’istituto per la cultura slovena ha recentemente organizzato a San Pietro al Natisone due convegni sul 40° del terremoto, non solo per ricordare, ma per trarre esempio dalla capacità reattiva e solidarietà  dimostrata nelle zone colpite dal sisma e trovare nuove forze e idee per la rinascita culturale della comunità slovena e la promozione della collaborazione con le realtà contermini.
È stata presentata nel castello sul lago di Bled, in Slovenia, la pubblicazione, nella versione in lingua slovena, «Slavia-Benečija. Una storia nella Storia», edita dalla cooperativa Most.
Nella pagina dedicata alle Valli del Torre in primo piano l’intervista a Maurizio Malduca, già sindaco di Attimis e ora commissario del Comune di Taipana. Malduca sottolinea anche l’importanza dell’insegnamento della lingua slovena nella scuola locale.
»Le quattro lingue della Valcanale nella toponomastica di Alessandro Oman«, titola l’articolo di apertura della pagina dedicata alla Valcanale che verte sulla nuova pubblicazione dell’ex sindaco di Malborghetto. Nella stessa pagina leggiamo che Resia con il suo dialetto ha partecipato alla tappa friulana della 9aedizione del Festival del canto spontaneo.
In primo piano nella pagina della valle dell’Isonzo il magistrale concerto sinfonico che ha avuto luogo lo scorso 10 settembre sul Monte Santo, a Nova Gorica, nell’ambito della manifestazione culturale »Kogojevi dnevi«.
Valnatisone imbattuta con due vittorie e tre pareggi, titola la pagina sportiva che evidenzia anche la grande partecipazione alla festa delle castagne della Planinska družina Benečije in comune di Savogna e la vittoria dello sloveno Tadej Pogačar al 4° Gran premio ciclistico Valli del Natisone.

continua in sloveno http://www.dom.it/ne-prezrite-v-domu-15-oktobra_uscito-il-dom-del-15-ottobre/

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *