Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2017

Gli arrotini in mostra a Kranjska Gora

Immagine
Alla Liznjekova domačija di Kranjska Gora è stata inaugurata, mercoledì 12 aprile, la mostra etnografica «Dediščina potujočih brusačev iz Rezije», dedicata al mestiere resiano dell’arrotino. L’esposizione è stata realizzata dal Gornjesavski muzej Jesenice, in particolare dalla curatrice Zdenka Torkar Tahir, in collaborazione con il Museo dell’Arrotino e il Museo della Gente della Val Resia, i due musei resiani che da più di vent’anni si occupano della raccolta del materiale etnografico, della sua inventariazione, del suo restauro e della sua valorizzazione attraverso l’allestimento di mostre anche fuori dalla Val Resia. Per spostarsi su strade sterrate e sentieri impervi, gli arrotini utilizzavano fin dalla fine del XVIII secolo la loro caratteristica krösma: una macchina di legno, con mola abrasiva azionata da un pedale che forniva l’energia meccanica. Era provvista di due spalliere, che permettevano di portarla sulla schiena, o di due ruote per spingerla come una carriola. Solo in …

La 2ª guerra mondiale a fumetti (48)

Immagine
Nel 70° della fine della seconda guerra mondiale (1945), Moreno Tomasetig ha trasformato in fumetto i diari del parroco di Lasiz, don Antonio Cuffolo (1889-1959). In questa puntata. Il 30 dicembre 1944 due cosacchi, di stanza a Biacis, arrivano in paese. Messi in guardia sulla presenza dei partigiani, uno torna indietro, mentre l’altro non ne vuole sapere. Il cosacco viene catturato nei pressi di Tarcetta e poi ucciso a Pegliano. Più di cento cosacchi circondano Lasiz e Cicigolis e intimano la restituzione del soldato, non sapendolo morto. Minacciano di fare razzie e dare fuoco al paese nei giorni successivi. Don Cuffolo passa la notte sul vocabolario russo per poter trattare, mischiando sloveno e russo, il giorno successivo con il comando cosacco a Biacis, dove si reca accompagnato dal maestro Manzini, che conosce la lingua russa, e dal podestà. Sostiene che i paesani non hanno nulla a che fare con i partigiani. L’ufficiale medico e altri graduati si schierano con lui e convincono il…

Contea di Tribil Superiore: Il Natisone esonda sul confine.

Non esiste più una moderazione:dopo mesi di siccità ora il Natisone esonda

Contea di Tribil Superiore: Il Natisone esonda sul confine.: Sono stati 3 giorni di pioggia intensa e i nostri corsi d'acqua si sono ingrossati come non succedeva da mesi, tanto che il Natisone tra...

Idee transfrontaliere per Log e Cave

Immagine
Su invito del sindaco, Valter Mlekuž, al municipio di Bovec il 6 aprile si sono incontrati alcuni rappresentanti dei comuni di Bovec e Tarvisio/Trbiž. All’incontro sono stati invitati anche esperti dei ministeri del governo sloveno, nonché di enti e istituzioni. L’intento è stato quello d’informare rispetto alle occasioni e alla necessità di esecuzione definitiva del progetto museale transfrontaliero, legato anche al turismo, di restauro e rivitalizzazione del compendio minerario di Cave del Predil/Rabelj – Log pod Mangartom. Con esso si candideranno a ricevere fondi europei il Comune di Tarvisio come lead partner progettuale e il Comune di Bovec come suo partner. I lavori inizierebbero l’1 giugno 2017 e si concluderebbero l’1 febbraio 2019. Il progetto sarebbe finanziato tramite il programma Interreg Italia-Slovenia e fondi propri dei due comuni, per un ammontare totale di 1.279.000,00 €. Costruita sotto l’Austria-Ungheria per estrarre zinco e piombo (blenda e galena), la miniera di R…

Aglio, capretto e molto altro

Immagine
Come già il 25 aprile, l’1° maggio la Pro Loco Val Resia propone interessanti iniziative in valle alla scoperta dei prodotti locali e piatti tradizionali, visite a musei e passeggiate nel verde nell’ambito dell’iniziativa ScopriResia 2017. Sarà, infatti, possibile degustare nei locali della valle piatti tradizionali e specialità a base di capretto ed aglio resiano. In passato in valle si allevavano anche caprini e in primavera i capretti venivano forniti ai ristoranti della provincia. Da qui la tradizione di proporre, in questo periodo primaverile, piatti a base di capretto. Anche il rinomato aglio (presidio Slow food) arricchirà con il suo particolare aroma le pietanze preparate con maestria dai cuochi locali. I piatti potranno essere degustati: al ristorante osteria “Alla Speranza” a San Giorgio, all’enoteca “Per Bacco” a Prato, al ristorante “Alle Alpi” a Prato, alle baite “Al Taj” e “Botton d’oro” nella splendida Sella Carnizza, e al bar “All’arrivo” a Stolvizza. I piatti sono de…

Il bosco.. quando piove..

Immagine

25 aprile, i ragazzi che riconquistarono l’ossigeno della Libertà

Immagine
“Tanti uomini, tante donne, che non avevano paura di niente. Dicevano che così non poteva andare, che bisognava cambiare il mondo, che è ora di farla finita con la guerra, che tutti devono avere il pane, e non solo il pane, ma anche il resto, e il modo di divertirsi, di essere contenti, di levarsi qualche voglia. I fascisti non volevano, e loro ci si buttavano contro malgrado la prigione e la morte”. Ha scelto queste parole Gabriele Donato, dottore di ricerca in Storia contemporanea, per spiegare agli alunni delle due scuole di San Pietro chi erano i partigiani. L’iniziativa organizzata dall’Anpi Valli del Natisone, si è tenuta durante la mattinata dello scorso 21 aprile nella sala consiliare del comune. Un modo nuovo di ricordare la Liberazione, ha spiegato il presidente della sezione Anpi Daniele Golles, che sia in grado di coinvolgere più da vicino i ragazzi rispetto alle celebrazioni formali degli anni scorsi.
Dopo i saluti del sindaco di San Pietro Mariano Zufferli, alcuni alunni…

Finalmente la pioggia

Immagine
160 mm di pioggia a Monteaperta il giorno 26. Dato registrato  da Cristian Noacco dalla centralina meteo appartenente alla rete Meteonetwork


Riassunto pluviometrico della giornata : diverse zone dell'alta pianura centro-orientale hanno registrato fino a 40 mm d'acqua. Sulle zone prealpine oltre i 50 mm con punte fino agli 80 mm spingendosi fino ai 100 mm e oltre nell'estremo nord est.
Finalmente una vera perturbazione dopo tanto tempo.
Qui le nostre mappe interpolate :
http://www.meteonetwork.it/rete/mappe.php?region=
#MeteoNetwork

Tre anni di sviluppo per il turismo

Immagine
A San Pietro al Natisone/Špietar mercoledì, 5 aprile, si è svolta l’assemblea annuale dei soci dell’Istituto per la cultura slovena-Isk. Durante i lavori, diretti dal presidente dell’Istituto Giorgio Banchig, si è parlato soprattutto del programma triennale di sviluppo turistico, cui sono riservati fondi per un totale di 339.000 euro in tre anni.
Con questo progetto, per il quale è stata sottoscritta una convenzione tra l’Istituto e la Regione Fvg, si mira a implementare il museo multimediale Smo e il progetto Zborzbirk, nell’ambito del quale sono state valorizzate la cultura locale e la ricchezza etnologica delle Valli del Natisone e del Torre, di Resia e della Valcanale.
Responsabile del progetto triennale è Marina Cernetig, che ha sottolineato come il percorso da esso previsto sia già partito con la ristampa del libro “Mi smo tu” e con la realizzazione di una app, mentre suo coordinatore è Sandro Quaglia. Il programma triennale ha visto la stipula di una convenzione dell’Istituto per…

Uscito il Dom del 30 aprile

Immagine
In apertura dell’edizione del 30 aprile, il quindicinale Dom evidenzia che le molte tradizioni vive nel corso dell’anno nella Slavia friulana, Resia e in Valcanale testimoniano la matrice slovena della cultura locale.
«La brace sotto la cenere»ovvero segnali di speranza, di valorizzazione e recupero delle radici linguistiche culturali slovene si avvertono in diversi luoghi delle valli del Torre e in quella del Judrio, come sottolinea nell’editoriale mons. Marino Qualizza, direttore responsabile del Dom.
«Che Cristo Risorto guidi i passi di quanti cercano giustizia e pace!» è l’esortazione che nel giorno di Pasqua Papa Francesco ha rivolto al mondo. Lo pubblichiamo in apertura della pagina di vita religiosa.
L’elezione di Venzone a borgo più bello d’Italia porta inequivocabilmente il pensiero alle Valli del Natisone, allo stato in cui versano e al loro futuro. È la riflessione espressa nella rubrica l’Opinione, firmata da Riccardo Ruttar, che questa volta è intitolata «Borghi con la sindr…

La brace sotto la cenere - Žerjavica pod pepelam

Il direttore del Dom, mons. Marino Qualizza, nell’articolo di fondo del numero del 30 aprile, commenta il desiderio di mantenere lingua e identità slovena nei paesi della Benecia inseriti in comuni a maggioranza friulana. Scrivendo degli sforzi in tal senso soprattutto a Porzus, dove in breve partirà un corso di lingua slovena, parla di un miracolo della Beata Vergine Maria. La Madonna, infatti, nel 1855 apparve più volte alla piccola Teresa Dush e, naturalmente, si rivolse a lei nella locale parlata slovena, l’unica comprensibile alla bambina. Davvero – scrive mons. Qualizza – la brace che covava sotto la cenere ha emesso scintille e illuminato la nostra terra. Pensiamo cosa ciò significa, in un periodo in cui eravamo scoraggiati, perché ci sembrava che tanto lavoro e fatica per la nostra lingua avessero prodotto pochi risultati… Se questa è la Pasqua, deve seguirle una Pentecoste capace di rinvigorire la fiammella, che si è manifestata.

Vič ljudì mi tele zadnje cajte parnaša puno lie…

72° anniversario della Liberazione

Immagine
L'anniversario della liberazione d'Italia è unafesta nazionaledellaRepubblica Italianache ricorre il25 apriledi ogni anno.
È un giorno fondamentale per la storia d'Italia ed assume un particolare significato politico e militare, in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale a partire dall'8 settembre 1943 contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l'occupazione nazista. fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Anniversario_della_liberazione_d%27Italia

Voglia d’identità per i nostri emigranti - Želja po identiteti naših emigrantov

Immagine
L’8 e il 9 marzo si sono svolti a Buenos Aires (Argentina) gli Stati generali dei nostri corregionali in America Latina. L’incontro ha offerto l’occasione di parlare dei loro problemi, desideri e aspettative alla presenza della presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia, Debora Serracchiani, e dell’assessore regionale alla Cultura, Gianni Torrenti.
»L’incontro nella capitale dell’Argentina si è svolto conseguentemente agli Stati generali dei rappresentanti degli emigranti del Friuli-Venezia Giulia nel mondo di un paio d’anni fa a Trieste/Trst. Allora era emerso come le problematiche della nostra gente nell’America meridionale fossero davvero particolari in confronto a quelle nell’America settentrionale, in Australia o in Europa,« ci ha spiegato il direttore dell’Unione emigranti sloveni del Friuli-Venezia Giulia-Zveza Slovenci po svetu, Renzo Mattelig, per l’occasione presente a Buenos Aires. Secondo Mattelig sarebbe necessario soprattutto investire fondi per offrire agli emigranti…

Sub-ambito, nuovo tentativo. E Postregna promuove l’Uti

Immagine
Di Unioni territoriali intercomunali si è parlato e scritto molto negli ultimi tempi, così come della possibilità di un sub-ambito delle Valli all’interno dell’Uti del Natisone.
L’argomento sarà anche tema del confronto tra i sette sindaci che avverrà domani (giovedì 20) nella sala consiliare di Stregna. L’iniziativa è del sindaco di quel comune, Luca Postregna, che nella sua lettera di invito ha ricordato la proposta di emendamento allo statuto dell’Uti riguardo il sub-ambito presentata dai comuni di Stregna e Savogna lo scorso gennaio, poi non accolta, ed i recenti aggiornamenti allo statuto approvati anche dalle amministrazioni delle Valli che ancora non erano entrate nell’Uti.
Se la questione del sub-ambito rimane aperta e per molti prioritaria, l’Unione dopo molte difficoltà iniziali pare aver imboccato una strada percorribile. E soprattutto, ne è convinto Postregna, capace di dare anche ai piccoli Comuni servizi e risorse adeguate. Ne è un esempio la gestione contabile del bilanci…

Messe di Pasqua in sloveno - Velikonočne maše po slovensko

Immagine
La sera di sabato, 15 aprile, in molti hanno partecipato alla messa pasquale in lingua slovena celebrata da monsignor Marino Qualizza nella chiesa di San Pietro al Natisone/Špietar. Durante la messa sono stati benedetti i cibi consumati il giorno di Pasqua. Alla celebrazione è intervenuta anche un’equipe del programma in lingua slovena della Rai FVG, che proprio il giorno di Pasqua, nell’ambito del telegiornale regionale in lingua slovena, ha trasmesso un servizio su di essa. La messa in lingua slovena è celebrata a San Pietro ogni sabato alle 19.15. Come da tradizione, è stata officiata messa in italiano e sloveno anche a Montemaggiore/Matajur in Benecia, nonché a Ugovizza/Ukve e Camporosso/Žabnice in Valcanale. A Montemaggiore celebra regoarlmente in italiano e sloveno don Natalino Zuanella. A Ugovizza a celebrare regolarmente in sloveno e italiano è don Mario Gariup. A Camporosso, dove lo scorso agosto è mancato mons. Dionisio Mateucig, in aiuto dell’amministratore parrocchiale, don…

Primorska poje - Il Litorale canta 2017

Immagine
Primorska poje - Il Litorale canta 2017  a Villanova delle grotte/Zavarh il 23 aprile alle ore 15,30 
Rassegna corale. Si esibiranno presso la chiesa di San Floriano di Villanova delle Grotte / Zavarh i cori: 1. Fantje s’pod velba, Goče 2. Ženski pevski zbor Rože, Nova Gorica 3. KD Mešani pevski zbor Sežana 4. Ženska vokalna skupina Barkovlje 5. Mešani pevski zbor HRAST, Doberdob

Anche i burattini parlano sloveno - Tudi lutke govorijo slovensko

Immagine
Martedì 28 marzo il gruppo burattini «Pikce pr Zile» ha portato in scena nel plesso scolastico di Ugovizza/Ukve lo spettacolo dal titolo «Princeska na zrnu graha» («La principessa sul pisello»). Ad assistere alla rappresentazione, che ha riscosso un certo successo, sono stati i bimbi della scuola d’infanzia e della scuola primaria del paese, attive nell’ambito dell’Istituto omnicomprensivo di Tarvisio/Trbiž.
Il Gruppo burattini «Pikce pr Zile» opera nell’ambito del circolo culturale sloveno «Zila» ed è composto da 8 bambini tra i 6 e i 9 anni d’età. Dopo una pausa di 12 anni, è stato nuovamente ricostituito, dando nuovo vigore per il mantenimento della cultura slovena locale nella vicina Gailtal/Zilja in Carinzia. I piccoli burattinai, infatti, hanno portato in scena una rappresentazione di venti minuti in sloveno e con canzoni in dialetto sloveno zegliano, parlato anche in Valcanale. I bambini si sono esibiti per la regia di Breda Varl, ex direttrice del teatro Lutkovno gledališče M…

Taipana verso il voto, il tentativo è quello di ricucire lo strappo

Immagine
Fra i comuni chiamati al voto, con ogni probabilità il prossimo 11 giugno, spicca il caso di Taipana. Il piccolo comune della Valle del Cornappo è amministrato infatti dal commissario nominato dalla Regione il 29 agosto 2016 Maurizio Malduca. La scelta di sciogliere il consiglio comunale si era resa inevitabile dopo le dimissioni del sindaco Claudio Grassato e del suo vice Alan Cecutti. Decisioni queste dettate dalla constatazione della frattura rivelatasi insanabile fra i consiglieri dell’allora maggioranza, dopo che per ben due volte consecutive (l’ultima il 31 luglio 2016) la Giunta non aveva ottenuto la maggioranza necessaria in consiglio a far approvare il Dup e quindi il bilancio dell’ente.
A otto mesi di distanza quindi la priorità – fanno sapere alcuni appartenenti alla lista civica che nella tornata elettorale precedente aveva sostenuto la candidatura di Grassato – è quella di ricucire lo strappo che si è creato nella scorsa legislatura. Non tanto fra gli esponenti che furono …

AUGURI

Immagine
Buona Pasqua Dorà Velika Noč
No döbro Vliko Nuc usën
Dobra Velika Noč

Velika Noč - Pasqua (poesia)

Immagine
VELIKA NOČ

Tou noči trudosti
Vjervamo tou Tebè;
ob obujanju
upiramo oči dni
za Tvo božanje.

A naš žakej
u je prazan,
rože naše zemlje
so tarni;
naše hodinje
Je na kòncu
pribita na ljesu
Tvoja križa .

O Buoh,
daj nam muoč
uloviti
smieh naše zemlje,
poživiti rožu
naše duše .

Posvjeti luč
jutra
med grebene
Velike lave,
Pridi ,Buoh
storì nas nove,
storì zrasti od Krasi
zlomjenu jubezen
naših judi.
...
Viljem Cerno

PASQUA

Nella notte della stanchezza
confidiamo in Te;
al risveglio
sten