avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

30 ago 2014

Dal Novi Matajur

foto da fb
Articolo sul Novi Matajur del 27 agosto 2014
Per il secondo anno a Stella sopra Tarcento, si è rinnovato un appuntamento culturale che ha unito durante i due giorni ,musica,storia,antropologia,natura ed altro.Organizzata dall'associazione pro Stella, l'iniziativa ha previsto una serie di incontri culturali tra i quali una conversazione sul tema delle ville slave nella valle del Torre,protagonisti il giornalista Igor Cerno e l'antropologo visuale Stefano Morandini.
Cerno ha svolto un breve excursus storico partendo dalle prime presenze di popolazioni slave nella valle,giunte probabilmente da Caporetto,attorno al 600.
Un'analisi che è proseguita con i primi documenti che fanno riferimento all'Alta Val Torre,la nascita dei paesi,la presenza di un vicariato Sclaborum (anche se il vicario resterà a Tarcento) fino ad arrivare al processo di insegnamento dell'italiano nelle scuole,ben documentato da un libro pubblicato nel 2004 dal Comune di Lusevera.In esso sono riportate le  note di una delle prime maestre salite alla valle,Alessandra Molaro Ferrari.Erano gli anni della Prima guerra mondiale e Lassù,scriveva la maestra,nessuno parlava italiano.
Morandini si è invece soffermato sulla mancanza di una codificazione del dialetto sloveno dell'Alta Val Torre,il "po'našim " .Ha quindi parlato dei rituali della valle ma anche zone contermini, che "servono a differenziare le persone, a raccontare una storia profonda" .L'esempio del fuoco dell'Epifania : a Musi l'antica tradizione perduta è stata da qualche anno recuperata .
In un successivo momento Alessandro Manzano,membro dell'Associazione per l'Ape Carnica Friulana,ha annunciato l'introduzione della specie,che rischia l'estinzione,nella valle,nei pressi di Plan dei ciclamini.Una specie da valorizzare perchè si tratta di una delle più resistenti.
dal Novi Matajur

approfondimenti : http://www.dom.it/il-vicariato-slavo-di-torlano-a-met-800-e-la-breve-stagione-di-pre-zuanella/

http://www.mismotu.it/wp-content/uploads/2011/08/MiSmoTu.pdf  vai a pag13 di MI SMO TU

1 commento:

  1. incontro a Stella sulle ville slave nelle valli del Torre

    RispondiElimina


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade