avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

lingua e identità etnica

lingua e identità etnica

07 nov 2016

Nuova targa in quattro lingue

UDINE-VIDEN
 La provincia di Udine ha un nome anche in sloveno e tedesco. Il plurilinguismo rappresenta una ricchezza da valorizzare e preservare. La Provincia di Udine nella sua lunga storia si è impegnata nelle attività di tutela delle lingue minoritarie che insistono sul suo territorio. La targa con la denominazione quadrilingue dell’Ente (italiano, friulano, sloveno e tedesco), è un ulteriore contributo alla salvaguardia delle lingue, salvaguardia che, tramite la lingua, coinvolge anche cultura, storia, tradizioni, radici e quindi l’identità del nostro popolo». Questo il pensiero del presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, nello scoprimento della nuova insegna quadrilingue dell’Ente all’ingresso di palazzo Belgrado. Lo scoprimento è stato organizzato per celebrare la Giornata europea delle lingue, che ricorreva il 26 settembre. Istituita dal Consiglio d’Europa nel 2001, questa giornata è finalizzata a incoraggiare l’apprendimento delle lingue e sensibilizzare circa l’importanza del plurilinguismo. «La Giornata europea delle lingue è un importante momento di riflessione su un patrimonio culturale, identitario, storico di grande valore poiché su di esso si fonda la nostra autonomia speciale», ha aggiunto Fontanini a margine della cerimonia. «Lingue minoritarie – ha spiegato Fontanini – che rappresentano una ricchezza socio-culturale e linguistica da preservare, fanno riferimento alla storia e ai tratti distintivi del tutto particolari della nostra realtà. Il riconoscimento, la valorizzazione e la salvaguardia di queste identità possono e devono contribuire a dare nuovo impulso alla nostra specialità, in una Europa dove oltre 50 milioni di persone si esprimono utilizzando idiomi regionali». Per quanto riguarda la presenza delle minoranze linguistiche sul nostro territorio provinciale, quella friulana è la più numerosa con la maggior parte dei circa 600 mila parlanti presenti sulle tre province friulane (Gorizia, Pordenone, Udine). Sono 32 i Comuni della Regione in cui viene applicata la legge di tutela (n. 38/2001) della minoranza slovena, di cui 18 in Provincia di Udine. Per quanto concerne le lingue germaniche, si possono identificare cinque comuni la cui popolazione utilizza varietà germanofone. La denominazione quadrilingue dell’ente è stata deliberata nel gennaio 2015, a seguito di un ordine del giorno presentato dal consigliere provinciale di opposizione di lingua slovena Fabrizio Dorbolò (Sel), approvato da un’ampia maggioranza trasversale in consiglio. Nello scoprire la targa, lo stesso presidente Fontanini ha ringraziato Dorbolò anche a titolo personale, rammaricandosi di inaugurarla solo due anni più tardi rispetto alla prima relativa proposta del consigliere della Valli del Natisone, ormai in vista della chiusura dell’ente. Dorbolò ha ringraziato il Consiglio provinciale per l’approvazione. (Dom, 30. 9. 2016)

fonte http://www.dom.it/wp-content/uploads/2016/11/Slovit-9-31-10-2016completo.pdf

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade