avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

18 ago 2012

CONOSCERE LA SLOVENIA:Kobarid/Caporetto


Caporetto (Kobarid ),è un comune di 4.172 abitanti, situato all'incrocio storico del sentiero attraverso la valle dell'Isonzo (Soča).


Posta in posizione strategica nell'alta valle dell'Isonzo, è famosa per la battaglia della prima guerra mondiale che si combatté in queste zone tra il 24 ottobre e il 26 ottobre 1917, tra le truppe italiane e quelle austriache, e si concluse con la celebre rotta delle truppe italiane che si dovettero ritirare fino al fiume Piave perché non esistevano piani per la difesa delle posizioni, essendo la strategia del Regio Esercito basata esclusivamente sull'offensiva. Per ricordare gli eventi del primo conflitto mondiale, negli anni Novanta è stato costruito un museo , oggi meta di numerosi visitatori. Il Sacrario di Sant'Antonio, costruito su un colle, custodisce le salme di 7014 soldati italiani.

Solo alla fine della Grande guerra Caporetto divenne parte del Regno d'Italia, rimanendovi fino alla fine della seconda guerra mondiale. Nel 1976 fu colpita dal terremoto del Friuli senza particolari danni, data la distanza dall'epicentro.
Kobarid comprende oltre alla città di Kobarid anche Breginjski kot, Livek, Trnovo ob Soči, che è il centro di rafting e kayak, ed i meravigliosi paesini alpini sotto Krn (Drežnica, Vrsno, Krn).


Sia il racconto sulla storia della città che quello sul Fronte dell'Isonzo, sono custoditi nel Museo di Kobarid, datato come il miglior museo europeo del 1993.
Gli oggetti esposti, i modelli in rilievo delle montagne circostanti, il prezioso materiale fotografico e la multivisione raccontano delicatamente la storia dei giorni duri e sanguinosi sul fiume Soča.
Gli eventi legati al Fronte dell' Isonzo sono in parte descritti anche nel romanzo Addio alle armi di Ernest Hemingway, a quel tempo un corrispondente di guerra americano.
Come tutti gli altri paesi nella Valle della Soča anche Kobarid possiede un'eccezionale eredità naturale e una vasta gamma di possibilità per trascorrere vacanze attive. Rafting, kayak, hidrospeed, mountainbike, parapendio, trekking ed escursioni alpine, pesca – ognuno troverà il proprio programma preferito.
fonte:web








1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade