05 lug 2015

Mauro Covacich vince il Premio Strega 2015


Con il libro "La sposa "Mauro Covacich vince il Premio Strega 2015 .

La sposa è un libro di autofiction, come afferma Walter Siti, che considera la cronaca come un prolungamento della propria autobiografia. E dalla cronaca trae ispirazione per provare a capire cosa sta cambiando nel mondo, quali sono le grandi mutazioni di cui «noi siamo cavie».
Il tema principale è quello della fiducia. I protagonisti del libro di Mauro Covacich si mostrano indifesi, reali, in un mondo che viene stimato molto aggressivo e opporsi a una specie di cinismo paranoico, che vede il mondo occidentale chiudersi all’Altro e alle esperienze in generale.
«Due sconosciuti in attesa di sparare durante un safari umano. Un’artista vestita da sposa che attraversa l’Europa in autostop. Un giovane sacerdote, ignaro del suo futuro di papa, in un drammatico corpo a corpo con il desiderio. Gli attentati compiuti nei supermercati da un tranquillo padre di famiglia con la passione per gli esplosivi. Fatti realmente accaduti che si fondono a invenzioni folgoranti e brevi digressioni autobiografiche in un unico flusso di pensieri sul presente.»
fonte:http://www.booktobook.it/interviste-scrittori-autori-italiani-scrittori-stranieri/il-candidato-al-premio-strega-2015-mauro-covacich-presenta-la-sposa/?refresh_ce-cp

Mauro Covacich (Trieste1965) è uno scrittore italiano.
Studia filosofia a Trieste, dove si laurea nel 1990 con una tesi su Gilles Deleuze. L'anno seguente si trasferisce a Pordenone e comincia a insegnare nei licei pubblici della provincia, entrando in ruolo poco più tardi.
Esordisce nel 1993 con Storie di pazzi e di normali, al quale seguono Colpo di Lama (Neri Pozza1995), Mal d'autobus (Tropea1997), Anomalie (Arnoldo Mondadori Editore19982001), e La poetica dell'Unabomber (Theoria1999) che è una raccolta di reportage.
Nel 1999, in seguito a questi suoi primi lavori di narratore, l’Università di Vienna gli conferisce l’Abraham Woursell Prize, una borsa di studio triennale che gli consente di effettuare periodi di “writer in residence” in numerose università europee e statunitensi. Grazie a questo riconoscimento, nel 2000 abbandona l’insegnamento per dedicarsi interamente alla scrittura.
L'anno successivo esce il suo romanzo L'amore contro (Arnoldo Mondadori Editore, 2001), poi ripubblicato da Einaudi....continua qui https://it.wikipedia.org/wiki/Mauro_Covacich

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO