VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

23 lug 2015

PETER SEMOLIČ



                                                        Pred praznim listom papirja 06


Belo, belo …

Tih poletni večer. Katja bere, sedim za računalnikom. Po dnevih dežja se je poletje končno vrnilo. Zrak in veje dreves v parku pod oknom mirujejo v prijetni toploti.

Belo, belo …

 Z igrišča onkraj parka se sliši vzklike otrok, ki igrajo košarko ali nogomet, in vrisk vlaka z železniške postaje. Ljudje prihajajo in odhajajo in se vračajo … 

Belo, belo … 

Ulice za železniško postajo se spuščajo proti centru mesta, proti reki, nabrežje Ljubljanice se zdaj zagotovo že polni, pomislim, in odprem nov dokument v wordu. Prijatelji srečujejo prijatelje, srečujejo se pari, znanci, skupine turistov iščejo primeren bife za večerno pivo. Spodaj se v betonskem koritu vali Ljubljanica, vse bolj temna pod temnečim se nebom. 

Belo, belo …continua qui http://www.poiesis.si/tag/peter-semolic/

Davanti ad un foglio vuoto 06

Bianco, bianco ...
Una silenziosa serata estiva. Katja legge, io sto seduto al computer. Dopo giorni di pioggia, è ritornata finalmente l'estate. L'aria ed i rami degli alberi ,nel parco sotto alla finestra ,sono calmi  in un'atmosfera piacevolmente calda.
Bianco, bianco ...
Dal parco giochi si sentono  grida di bambini che giocano a basket o a calcio, e  dalla stazione ferroviaria fischia il treno.Le persone vanno, vengono e ritornano ...
Bianco, bianco ...
Le strade dietro alla stazione confluiscono verso il centro della città, verso  il fiume,verso  le rive della Ljubljanica,ora sono certamente affollate, penso, ed apro un nuovo documento in Word.Gli amici incontrano gli amici ,s'incontrano le coppie, i conoscenti, i gruppi di turisti in cerca di un bar per una birra serale. Sotto, nel letto di cemento ,scorre la Ljubljanica  sempre più scura sotto  un cielo che si sta rabbuiando.
Bianco, bianco...

traduzione di olgica


"Ljubljana in Ljubljanica" by Petar Milošević - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Ljubljana_in_Ljubljanica.jpg#/media/File:Ljubljana_in_Ljubljanica.jpg


Peter Semolič (1967) ha studiato linguistica e sociologia all'università di Lubiana.E' poeta, scrittore, autore di radiodrammi, saggista e traduttore. Fino ad ora, ha pubblicato dodici libri separati di poesia e un romanzo per bambini , il suo lavoro si trova in una cinquantina di antologie, sia in Slovenia che all'estero. Per il suo lavoro ha ricevuto diversi premi, tra cui il Premio Jenko (1997) e il Premio Preseren Fund (2001). E 'co-fondatore del blog "poiesis" e membro fondatore della Società Culturale e Arti poiesis, ha partecipato più volte a "Postaja Topolò"
Vive a Lubiana come scrittore freelance.

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *