VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

07 mar 2017

In cammino verso la libertà - Post čas svobode

postLa primavera ha i colori ed il profumo della libertà. In queste settimane, percorrendo le strade delle Valli, vediamo sui bordi e sui crinali delle stesse un tappeto di bucaneve e, nelle zone più esposte al sole, anche le primule, che con il loro colore giallo, danno il senso della gioia e della vita. Ma la primavera è anche il segno della libertà: ci liberiamo dalle oscure giornate invernali e dal gelo che, quest’anno, in gennaio le ha contrassegnate. Ebbene, tutto questo è anche segno e immagine della Quaresima cristiana. Un tempo era segnata da un forte senso di penitenza, che non deve essere perso, ma vissuto in modo diverso, ricordandoci che «penitenza» è una traduzione inesatta di conversione, di cambiamento, di rinnovamento. È l’inizio stesso del Vangelo, in specie di Marco. Ma conversione significa anche cammino e inversione di marcia. Da una direzione che porta alla morte, ad un orientamento che va verso la vita. È in questo senso che ricordiamo e riviviamo il cammino del popolo d’Israele dalla schiavitù verso la libertà, che è data dalla Terra promessa. Per noi questa terra è il luogo dove viviamo, la nostra Benecìa ed il luogo dove compiamo le opere di giustizia e di onestà, che sono il frutto diretto di quella libertà verso la quale camminiamo, e che è data dall’incontro pasquale con il Signore risorto. Questo è, dunque, tempo di impegno e di gioia; un cammino che allena mente e cuore e che rende la nostra terra giardino di vita e di speranza. Queste non sono fantasie del momento, ma verità che la grazia di Dio dona a noi, soprattutto se il percorso quaresimale sarà segnato dalla confessione e dall’Eucarestia, contenuto prezioso della Pasqua. (Marino Qualizza)
Post je čas svobode, ki jo dobimo v spreobarnjenju našega življenja, zak’ v postnem času ponavljamo tisto pot, ki jo je naredilo izraelsko ljudstvo, kàr se je z Božjo pomočjo rešilo od egiptovske sužnosti. Ratalo je svobodno ljudstvo, v obljubljeni deželi. Tala dežela je za nas naša Benečija an postane obljubljena dežela, če bomo znali živeti pošteno, ljubeznivo ku pravi parjatelji. Liep čas je pred nami. Na izgubimo tele lepe parložnosti! (Marino Qualizza)

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *