VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

04 apr 2017

Cucine nere in gemellaggio - Čezmejno pobratenje črnih kuhinj

Si è concluso in bellezza, per l’annata 2016-2017, uno dei progetti di promozione turistica e culturale, sostenuti anche dall’amministrazione comunale di Taipana, che ha compreso pure uno speciale laboratorio con camminata transfrontaliera guidata dal già vicesindaco e assessore Alan Cecutti e dal presidente della pro loco Amici di Prossenicco, Sandro Simiz.
La scampagnata di fine inverno, con partenza da Prossenicco, diretta a Robedischis, in Slovenia, faceva parte del progetto «Mumo 6: Musei Mostre e Momenti» con visita alla caratteristica «Casa Nera» del piccolo e grazioso abitato di Robedischis. Di fatto una “gemella” della "Casa Nera" * di Prossenicco, di recente trasformata in museo, vicino alla piazza della chiesa. È qui che si è tenuta una dimostrazione dei lavori dell’artigianato locale, in particolare di Piero Carta, e della cucina locale tipica dei due locali di Prossenicco, l’agriturismo «Brez Mej» e l’Osteria al Centro. Gli organizzatori ringraziano per la numerosa partecipazione in tutte le giornate dell’annata 2016-2017, dagli iscritti ai laboratori organizzati dall’associazione «Lab» di Angela Zolli, alla pro loco Amici di Prossenicco.
«Questi progetti di valorizzazione territoriale, ritenuti strategici anche dall’ente regionale Promoturismo Fvg, possono essere estesi anche alla parte slovena – dice Alan Cecutti –. Ne abbiamo discusso proprio a Robedischis insieme al direttore del Comune di Caporetto, Simon Škvuor. Del resto, ormai già da due anni, stiamo collaborando per una nuova valorizzazione turistica e territoriale delle nostre aree di confine, con l’inserimento di circuiti cicloturistici e di trekking transfrontalieri. Riunioni precedenti, peraltro, si sono tenute anche con l’associazione di sviluppo turistico di Caporetto, Plezzo e di Tolmino, per far crescere sempre di più la conoscenza di queste splendide località, di grande pregio sotto il profilo naturalistico e paesaggistico, anche perché ricadono nella zona dove nasce il fiume Natisone. In questo modo si va a sostenere, e a dare supporto concreto, alle attività economiche locali, fondamentali per il mantenimento e la valorizzazione del territorio».
«Riteniamo strategici questi progetti – sottolinea Cecutti –: vogliamo dare una svolta decisiva al futuro del territorio transfrontaliero in cui viviamo; è necessario per uscire dalla condizione penalizzante di forte svantaggio economico che ha caratterizzato i decenni passati. Bisogna puntare sul richiamo che esercitano oggi, di tipo naturalistico, sportivo, gastronomico e non solo. Le amministrazioni comunali devono tenerne conto per raggiungere, tutti insieme, questo “storico” traguardo». (Paola Treppo)
Eden izmed projektov za vrednotenje turizma in kulture, ki jih podpira tudi tipajska občinska uprava, se je tudi za obdobje 2016-2017 zaključil. V okviru projekta so izvedli tudi posebno delavnico s čezmejnim sprehodom, ki sta ga vodila Alan Cecutti, bivši tipajski podžupan in odbornik, in Sandro Simiz, predsednik turističnega društva Amici di Prossenicco.
Sprehod na koncu zime od Prosnida do Robidišča v Sloveniji je spadal v okvir projekta o muzejih, razstavah in spomenikih z naslovom »Mumo 6: Musei Mostre e Momenti« in je predvideval tudi obisk črne kuhinje v Robidišču. Slednja je dejansko dvojčica hiše s črno kuhinjo v Prosnidu, ki so jo pred kratkim preuredili v muzej.  Prav v Prosnidu se je odvijala razstava domačih obrtniških del, h kateri so še posebej prispevali Piero Carta in domači gostilni »Brez Mej« in »Osteria al Centro«. Organizatorji se zahvaljujejo vsem za udeležbo in sodelovanje.
»Tovrstni projekti vrednotenja teritorija, ki so strateški tudi za deželno turistično družbo Promoturismo Fvg, bi lahko razširili tudi na slovensko stran – nam je povedal Alan Cecutti –. Prav v Robidišču sva o tem razpravljala z direktorjem na Občini Kobarid Simonom Škvorjem. Že dve leti sodelujemo za novo turistično in teritorialno vrednotenje naših obmejnih območij, z ustvarjanjem čezmejnih mrež za kolesarje in za ljubitelje trekinga. V preteklosti smo se sestali z ustanovo za turistični razvoj v Kobaridu, Bovcu in Tolminu, da bi opozorili na lepoto teh krajev. Tu med drugim izvira Nediža. Tako podpiramo domače dejavnosti, ki so osrednjega pomena za vzdrževanje in vrednotenje ozemlja«.
»Za nas so tovrstni projekti strateškega značaja – je prepričan Cecutti –: prelom je še posebej pomemben za čezmejno območje, na katerem živimo. Ga potrebujemo, da bi se znebili škodljivega stanja močnega gospodarskega nazadovanja iz prejšnjih let. Moramo staviti na naravno, športno in gastronomsko privlačnost. Občinske uprave morajo to upoštevati, da lahko vsi skupaj pridemo do tega “zgodovinskega” cilja«.
http://www.dom.it/cezmejno-pobratenje-crnih-kuhinj-_cucine-nere-in-gemellaggio/

Cucina nera chiamata così perchè non c'era il camino,l'ambiente era tutto affumicato e il fumo usciva dalla porta (le prime testimonianze sono medievali)

3 commenti:

  1. Cucine nere in gemellaggio - Čezmejno pobratenje črnih kuhinj

    RispondiElimina
  2. Cara Olga, che bello vedere queste semplice riunione che fanno festa!!!
    Ciao e buona giornata cara amica con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *