In musica il Natale delle nostre valli


Višarski oktet ter Mojca Skočir z Liso Mario Negro/L’Ottetto Lussari e Mojca Skočir con Lisa Maria Negro
Canebola/Čenijebola in festa domenica, 24 novembre. Nel tardo pomeriggio la comunità ha ospitato il primo concerto nell’ambito della rassegna curata dall’Associazione/Združenje Don Eugenio Blanchini di Cividale, che accompagnerà diversi paesi dalla Valcanale alle Valli del Natisone al cuore del periodo natalizio e oltre.
In collaborazione con l’Associazione culturale Lipa di Canebola e col patrocinio del Comune di Faedis, nella locale chiesa di San Giovanni Battista si sono esibiti davanti a un numeroso pubblico i giovani allievi della Glasbena matica di San Pietro al Natisone/Špietar e l’Ottetto Lussari.
Come spiegato da Rino Petrigh a nome dell’associazione Lipa, l’occasione ha rappresentato in qualche modo un bel regalo di Natale, un piacevole momento di ritrovo per i canebolani.
Per la Glasbena matica si sono esibiti Nikita Predan alla fisarmonica e Lisa Maria Negro al piano, che ha poi accompagnato anche il flauto traverso di Mojca Skočir. Oltre al loro impegno, il pubblico ha molto apprezzato anche le piacevoli melodie vocali dell’Ottetto Lussari, che proviene dalla Valcanale. Ne rappresenta in qualche modo un ambasciatore, visto che si esibisce sempre con un repertorio nelle quattro lingue lì parlate – in italiano, tedesco, sloveno e friulano. E tre di queste, ha notato il sindaco di Faedis, Claudio Zani, rappresentano una ricchezza del territorio di Faedis, che è un comune trilingue, visto che vi si parlano italiano, sloveno dialettale e friulano. Anche il parroco di Faedis, don Federico Saracino, che nella chiesa di Canebola ha ospitato l’evento, ha sottolineato l’importanza della valorizzazione e del mantenimento delle culture locali, oltre a quella della creazione di una cultura musicale tra i giovani.
Come in diversi altri paesi delle Valli del Torre e del Natisone, infatti, un tempo anche nella zona montana di Faedis si cantava molto di più. Riunirsi per cantare è diventato, negli anni, sempre più raro.
L’evento, presentato da Luciano Lister dell’associazione Don Eugenio Blanchini, ha voluto rappresentare un momento di aggregazione per la comunità paesana, ma anche un’esortazione alla trasmissione delle lingue e culture locali.
Dopo questo primo successo, la rassegna musicale, organizzata dall’Associazione Blanchini in collaborazione con le comunità locali della zona montana al confine con la Slovenia, prosegue. Una prima Messa con concerto è in programma per domenica, 8 dicembre, alle 10.15 nella chiesa di Subit/Subid; una seconda per domenica, 15 dicembre, alle 14.30 a Porzus/Porčinj, nella ricorrenza patronale di Santa Lucia. I due eventi si svolgeranno in collaborazione, rispettivamente, con le Pro loco di Subit e Porzus. Domenica, 22 dicembre, saranno celebrate ben due Messe con concerto. La prima inizierà alle 11.00 nella chiesa di Masarolis/Mažeruola; la seconda alle 11.15 in quella di Platischis/Plestišča. Anche in queste località gli eventi si svolgeranno in collaborazione con le locali Pro loco e realtà associative. In concomitanza della Messa, a Platischis sarà ricordata anche la figura di don Antonio Cuffolo, nato il 15 settembre di 130 anni fa proprio in quel paese.
...continua in sloveno https://www.dom.it/z-melodijami-do-bozica-v-nasih-dolinah_in-musica-al-natale-delle-nostre-valli/

Commenti

Posta un commento


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

Post popolari in questo blog

Come disinfettare le mascherine usate - Koronavirus, tako razkužimo maske

La palestra di arrampicata a San Leonardo

In onda sulla giusta frequenza