avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

26 ott 2012

Da Taipana

Per risparmiare Taipana spegne l’illuminazione pubblica


fonte:    http://www.dom.it/per-risparmiare-taipana-spegne-lilluminazione-pubblica/               

Il Governo italiano pensa al risparmio energetico, anche con lo spegnimento «intelligente» o «intermittente» di una porzione dei punti luce attivi nei paesi, di competenza diretta degli enti locali. Ma a Taipana l’economia in questo senso è già realtà da parecchi mesi. Con un bilancio sempre più risicato, su volontà del sindaco Elio Berra e della giunta che lo sostiene, il Municipio ha già avviato a inizio anno una procedura di limitazione dell’illuminazione.
«Da tanti siamo considerati, e a torto, un paese arretrato, o peggio, morente – dice ironicamente il primo cittadino –; mentre siamo ben consci, noi che lo amministriamo e che ci confrontiamo giornalmente con chi lo vive, di operare al meglio a favore della comunità. Abbiamo sempre gestito i soldi pubblici, e continueremo a farlo, con oculatezza e lungimiranza. C’è chi, nelle Valli del Torre, di recente ha dichiarato d’essere il primo Comune ad avviare, oggi, una procedura di spegnimento intelligente di parte dell’illuminazione. Senza sapere che a Taipana è da inizio 2012 che lavoriamo in questo senso. A oggi, infatti, anche se non abbiamo dati precisi alla mano, sappiamo di aver risparmiato parecchio sulla bolletta elettrica, in questo settore, almeno il 50%. Senza contare il minore bisogno di interventi di manutenzione».
Pure altri paesi dellla regione, prima dell’indicazione data di recente dal governo Monti, hanno scelto questa via. «Con buon senso – dice Berra –, abbiamo preso in esame la reale necessità di luce nel capoluogo e nelle frazioni, in base alle stagioni e al numero di ore di luce che caratterizzano il nostro territorio montano». Di conseguenza il sindaco ha presentato una specifica richiesta all’Ufficio tecnico per lo spegnimento, definitivo, quindi su tutte le 24 ore, di metà delle lampadine.
«Accadeva diversi mesi fa – dice il primo cittadino – ed era una domanda circostanziata, frutto di un attento esame sulla carta della distribuzione dei lampioni in centro e nelle varie borgate». L’iniziale esperimento però non soddisfava ancora il municipio che, alcune settimane dopo, aveva deciso anche per alternare l’accensione del resto delle lampadine.
Il quadro di gestione della pubblica illuminazione oggi è stabile e la comunità non registra alcun disagio particolare. Nei mesi estivi le luci si accendono in base alla calata del sole, verso le 20, 20.22 o 21, e si spengono alle 2 di notte, per essere riaccese dopo 2-3 ore e consentire di viaggiare sulla strada in sicurezza per chi si reca al lavoro presto. In inverno il tempo di illuminazione è un po’ più lungo, ma sempre tarato e studiato in base alle condizioni meteo, spesso estreme sulle alture di Taipana.
Nel comune sono circa 500 i punti luce e la metà è stata spenta definitivamente a inizio anno.

Nessun commento:

Posta un commento


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade