VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

04 set 2013

Odparli observatorij/ Le stelle viste dal Matajur

Na Matajurju, na kraju, ki mu domači ljudje pravijo Na lazeh – tamgor je tudi koča Pelizzo – so v saboto 31. vošta odparli astronomski observatorij. De bi ga napravila, je gorska skupnost Ter, Nediža in Barda prerunala hram, ki je ankrat služu ku začetna postaja te parvega škilifta, ki je vozu smučarje na Matajur. Zazidali so ga bli na koncu šestdesetih liet prejšnjega stuolietja. Po kakih dvejstih lietah so spoznali, de narbuj vesaka gora v Benečiji nie parmierna za zimske športe in so oba škilifta pobrali. Hrama pa nieso podarli. Pomislili so, de bi ga nucali v druge turistične namiene. Pred lieti se je rodila ideja, de bi v tistih prestorah namestili teleskop in vse kar je potriebno, de bi gledali planete in zveze. Strokovnjaki pravijo, namreč, de je tist kraj zaries posebno dobar za tist namien. Pogled je šarok in luči, ki so v ravnici, malo in nič motijo. Za observatorij bo skarbielo furlansko astronomsko meteorološko združenje Afam. Služu bo za znanstvene, a tudi za didaktične namiene. Sigurno ga bo obiskalo puno ljubitelju astronomije in tudi puno radoviednih ljudi. Prava rieč bo za razvoj turizma. Na odpartju so bli, med drugimi, sauonski šindik Germano Cendou, komisar na gorski skupnosti in deželni svetnik Giuseppe Sibau, regionalna svetnica Silvana Cremaschi, podpredsednik videnske province Marco Quali in provincialni svetnik Fabrizio Dorbolò. Observatorij je požegnu domači famoštar g. Božo Zuanella.
(Foto: Oddo Lesizza)
È stato inaugurato sabato 31 agosto l’osservatorio astronomico sul Matajur. La struttura, realizzata dalla Comunità montana del Torre, Natisone e Collio nell’edificio che un tempo era la stazione di partenza delle sciovie, in località «Na lazeh» (rifugio «Pelizzo»), è stata consegnata ufficialmente all’Associazione friulana astronomia e meteorologia (Afam) di Remanzacco, che la gestirà. Il sito del nuovo osservatorio è, a detta degli esperti, particolarmente adatto, in quanto poco soggetto all’inquinamento luminoso. «Lo scopo – ha detto il presidente dell’Afam di Remanzacco, Luca Donato – è quello di utilizzare l’osservatorio, oltre che a fini scientifici e di studio, anche a fini didattici». Di certo, la struttura rappresenterà anche un forte richiamo turistico. Vista la posizione, nei mesi invernali l’osservatorio sul Matajur non potrà essere sfruttato, per questo alla sede dell’Afam stanno predisponendo le attrezzature per una gestione remotizzata. All’inaugurazione hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco di Savogna, Germano Cendou, l’amministrastore temporaneo della comunità montana e consigliere regionale, Giuseppe Sibau, il consigliere regionale Silvana Cremaschi, il vicepresidente della Provincia, Marco Quai, e il consigliere provinciale Fabrizio Dorbolò. La benedizione è stata impartita dal parroco, don Natalino Zuanella.

Nessun commento:

Posta un commento


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *