VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

2 set 2013

Cercano soluzioni per la bilingue
Iščejo rešitve za dvojezično šolo

”Il Friuli Venezia Giulia è interessato a rafforzare le relazioni con la vicina Slovenia”. Lo ha affermato la presidente della Regione Debora Serracchiani all’incontro, svoltosi oggi a Udine, con l’ambasciatore della Repubblica di Slovenia a Roma Iztok Mirosic, accompagnato in tale occasione dall’incaricato d’affari ad interim presso il Consolato generale della Slovenia a Trieste Tanja Mljac. I due Paesi vogliono intensificare i rapporti in numerosi settori: l’ambasciatore, informandosi sulla prossima convocazione del Tavolo sulla minoranza slovena istituito presso il Ministero dell’Interno, ha menzionato l’importanza delle rispettive comunità linguistiche e la collaborazione economica; la presidente Serracchiani si è soffermata sulla necessità di approfondire la cooperazione sanitaria (GECT tra Gorizia e Nova Gorica) e i rapporti internazionali. ”I nostri due Paesi – ha ricordato la presidente Serracchiani – possono farsi carico di ragionare in modo più efficace in merito allo sviluppo energetico e le infrastrutture: sarebbe opportuno organizzare nei prossimi mesi un incontro internazionale al quale parlare dei grandi corridoi europei e degli investimenti transfrontalieri”. In seguito agli accordi presi durante la recente visita della presidente a Lubiana, i lavori della Commissione mista FVG-Slovenia (ultima riunone nel 2011) riprenderanno nei prossimi mesi. In merito ai festeggiamenti del centenario dell’inizio della Grande Guerra, il rappresentante diplomatico sloveno ha ricordato la mancanza di contatti tra i due comitati nazionali preposti all’organizzazione degli eventi. Per quanto concerne il rigassificatore nel Golfo di Trieste, è stata in tale occasione ribadita la comune contrarietà al progetto. Per risolvere il problema della sede dell’Istituto bilingue di San Pietro al Natisone, la presidente Serracchiani ha illustrato il lavoro di monitoraggio finora svolto da parte della Regione e ha auspicato di portare a positiva soluzione il problema nel prossimo futuro. Si è parlato anche del progetto di recupero della memoria storica legata al campo di concentramento fascista di Visco: ”Non ci manca la volontà politica di occuparci della vicenda”, ha spiegato Debora Serracchiani e proposto all’ambasciatore ”di intraprendere un’azione insieme”. ARC/MCH

V petek 30. avgusta pa sta se v Trstu srečala slovenski veleposlanik v Rimu Iztok Mirošič in predsednica dežele Furlanije Julijske krajine Debora Serracchiani. Potrdila sta skupno nasprotovanje izgradnji plinskega terminala v Žavljah. Pogovarjala sta se tudi o problemih slovenske manjšine v Italiji. Mirošič je izpostavil vprašanje slovenske šole v Špetru, Serracchianijeva pa je obljubila, da bodo poskušali čim prej najti ustrezno rešitev. Kmalu naj bi v Rimu sklicali tudi stalno delovno omizje za slovensko manjšino.
 
http://www.dom.it/cercano-soluzioni-per-la-bilingueemza-dvojezino-oloem/

Nessun commento:

Posta un commento


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *