VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

08 nov 2013

COMMEMORAZIONE 4 NOVEMBRE INAUGURAZIONE SCALINATA DELLA CHIESA

Bardo
scalinata che porta alla chiesa

LUSEVERA/BARDO, 10 NOVEMBRE 2013

ore 11:30 SANTA MESSA
ore 12:00 DEPOSIZIONE CORONA PRESSO IL MONUMENTO DEI CADUTI E INAUGURAZIONE DELLA SCALINATA
È attesa per il 10 novembre alle ore 11.30 l'inaugurazione della restaurata scalinata che collega Bardo alla sua chiesa. L'opera, costruita anticamente, è stata in origine realizzata con grande sacrificio dai Barjeni. Si è salvata dal terremoto e, per fortuna, anche dalle avide imprese che hanno lavorato sul territorio nel post-sisma le quali, poiché guadagnavano parecchio anche dallo smaltimento delle macerie, erano poco interessate al recupero o restauro degli antichi manufatti. La scalinata che s'arrampica sul “colle sacro” di Bardo è il simbolo del paese. Hanno sceso e salito quegli scalini di pietra levigata e sassi generazioni di Barjeni e Sedliščeni per le processioni con la statua della Sveta Marija e di Svet Anton, nonché tantissime giovani coppie di sposi in festa. La scalinata ha fatto da sfondo alle fotografie degli emigranti che volevano portare con sè un ricordo del proprio paese. E dalla piazzetta di fronte ad essa, parte la processione che accompagna i defunti nel loro ultimo breve percorso in questo mondo. Il Comune di Bardo ha provveduto a ripristinare gli antichi scalini che stavano cedendo sotto il peso dell'età. Le celebrazioni del 4 novembre, a ricordo di tutti i caduti delle guerre davanti al monumento, saranno occasione per procedere al taglio del nastro inaugurale. Ma, soprattutto, sarà occasione importante per ricordare i sacrifici dei Barjeni, di tutti i Barjeni, sia di quelli mandati a morire in guerra, sia di quelli che hanno »lottato« sul posto per la sopravvivenza della comunità e per darle un po' di dignità.

Nessun commento:

Posta un commento


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *