VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

18 nov 2013

San Martino a Bardo Lusevera:festeggiato doppio anniversario




Ieri la comunità di Bardo-Lusevera ha festeggiato un doppio anniversario:gli 80 anni di attività dell'organo a Bardo e i 270 anni della sua costruzione ad opera dell'organaro dalmata Pietro Nacchini.L'organo, nonostante il terremoto del 1976 che danneggiò gravemente la chiesa di San Giorgio,si salvò e dopo il sisma fu restaurato nella bottega di Francesco Zanin.
Come 80 anni fa,i festeggiamenti si sono tenuti in occasione della tradizionale solennità di San Martino con un programma speciale.
La giornata era bella,il cielo sereno ed era molto ben visibile la catena dei monti Musi(Muška hora).La chiesa era strapiena di parrocchiani,amici arrivati da Ljubljana con la prof.Milena Kožuh,il coro di Grosuplje,molte persone dei paesi limitrofi e delle Valli del Natisone.In piazza c'erano due autopullman dalla Slovenija e il paese si è improvvisamente riempito.
La Santa Messa, cantata dal coro parrocchiale di Grosuplje ,era in memoria di don Arturo Blasutto, ed è stata concelebrata dall'Arcivescovo emerito di Ljubljana Alojz Uran che ha benedetto l'organo.
Il parroco don Renzo Calligaro ha portato i saluti dell'Arcivescovo di Udine e del direttore del Seminario.L'omelia è stata celebrata in lingua slovena,in po' našim ed in italiano.L'Arcivescovo ha fatto una predica veramente significativa sottolineando che le radici slovene delle Terska dolina non vanno mai dimenticate.



Dopo la fine della Messa è stata benedetta la scalinata che permette di accedere alla chiesa,tutti siamo scesi e abbiamo risalito i gradini:- La scalinata può essere paragonata al pellegrinaggio della nostra vita colma di sofferenze e prove-ha asserito l'Arcivescovo.


Nel pomeriggio è stata presentata una raccolta di poesie del prof.Viljem Černo scritte in po'našim,sloveno,friulano ed italiano intitolata:
"Ko pouno noči je sarce/Ko polno je noči srce/Co plen di gnot al è il cur/Quando pieno di notte è il cuore"
Dopo la presentazione sono state lette alcune poesie nelle 4 lingue.

Alla fine ha preso avvio il concerto della formazione"Harmonia Caelestis"composta da  Luca Annoni  (organo e spinetta),Rika Murata(lirone e viola da gamba),Kiriko Mori (voce-soprano e liuto)che hanno interpretato composizioni di autori italiani del XVI e XVII secolo facendo assaporare le soavi armonie del grandioso organo Nacchini.
La giornata intensa e ricca di significati è terminata con un momento conviviale.



ti può interessare l'articolo del Dom:
http://www.dom.it/obnovljene-orgle-v-barduemrinnovato-lorgano-nacchiniem/

 la foto è personale

Nessun commento:

Posta un commento


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *