VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

27 giu 2015

Riunione tavolo per l’agricoltura - Omizje FJK-Slovenija za kmetijstvo


“In quanto i territori lungo la fascia confinaria italo-slovena hanno simili potenzialità ed esigenze di sviluppo, queste vanno affrontate insieme con l’obiettivo della crescita del turismo verde e slow, del settore vitivinicolo e del rilancio socio-economico delle vallate”. Lo ha sottolineato l’assessore regionale alle Risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli giovedì 18 giugno a San Pietro al Natisone in occasione del primo incontro del Tavolo di lavoro Agricoltura e sviluppo rurale, che si è tenuto nell’ambito del recentemente istituito Comitato congiunto Friuli Venezia Giulia-Slovenia. “L’incontro è tecnico – ha commentato l’assessore Shaurli -, ma ha anche una grande rilevanza istituzionale: ci dimostra infatti che si è capito come le relazioni tra il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia non possono essere coltivate solo in occasione della programmazione europea, bensì devono diventare costanti e riguardare quindi comuni questioni di sviluppo di tutta la fascia confinaria”. “La riattivazione del Comitato congiunto – ha osservato l’assessore Shaurli – conferma la significativa rilevanza data da questa Giunta regionale ai rapporti con la vicina Slovenia e alla ricerca di soluzioni concrete e condivise per lo sviluppo dell’area transfrontaliera”. “È intelligente creare la massima convergenza possibile e affrontare – ha precisato l’assessore – in termini di opportunità e criticità le importanti sfide davanti alle quali si trova oggi l’agricoltura dell’area, rappresentate dalla Cooperazione territoriale europea (i progetti Interreg) e i Programmi di Sviluppo Rurale (PSR) per il periodo 2014-2020″. Alla riunione – alla quale sono intervenuti i rappresentanti dell’Amministrazione regionale, del Ministero sloveno dell’Agricoltura, delle Foreste e dell’Alimentazione, e della Kmečka zveza (Associazione agricoltori) regionale – si è parlato anche della comune promozione dei prodotti agroalimentari, dell’utilizzazione del patrimonio boschivo, delle problematiche della fauna selvatica e della tutela delle razze animali autoctone.

V četrtek, 18. junija, popoldne se je odvijalo v Špietru prvo srečanje delovnega omizja za Kmetijstvo in podeželski razvoj, ki ga predvideva pred nedavnim osnovani Skupni odbor Furlanija Julijska krajina – Slovenija. Udeležence sestanka, ki je bil tehničnega značaja, je pozdravil deželni odbornik za kmetijske vire Cristiano Shaurli, ki je poudaril, da »v kolikor imajo območja vzdolž italijansko-slovenske meje slične razvojne potenciale in zahteve, je o le-teh potrebno skupno soočanje s ciljem razvoja zelenega in »slow« turizma, vinogradništva in družbeno-gospodarskega preporoda dolin.« Deželni odbornik je tudi izpostavil, da ima srečanje tudi velik institucionalni pomen: »dokazuje nam namreč, da se je končno prišlo do spoznanja, da ni mogoče gojiti odnosov med Furlanijo Julijsko krajino in Slovenijo zgolj ob priliki evropskih projektov, pač pa morajo le-ti postati konstantni in obravnavati skupna razvojna vprašanja celotnega obmejnega pasu.« »Ponovni zagon Skupnega odbora – je poudaril Shaurli – potrjuje pomenljivo važnost, ki jo ta deželni odbor namenja odnosom s sosednjo Slovenijo in iskanju konkretnih ter skupnih rešitev v korist razvoja čezmejnega območja.« Kmetijstvo in podeželski razvoj obravnavanega teritorija imata pred sabo izziva, ki ju predstavljata evropska teritorialna kooperacija (Interreg projekti) in Program za razvoj podeželja v obdobju 2014-2020. Na sestanku – katerega so se udeležili predstavniki deželne uprave, slovenskega Ministrstva za kmetijstvo, gozdarstvo in prehrano ter deželne Kmečke zveze -, je tekla beseda tudi o skupni promociji kmetijskih pridelkov, izkoriščanju gozdnih površin, problematikah divjadi in zaščiti avtohtonih živalskih pasem. (ARC/MCH)

1 commento:

  1. Riunione tavolo per l’agricoltura - Omizje FJK-Slovenija za kmetijstvo

    RispondiElimina


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *