05 ago 2015

Parco delle Prealpi Giulie :la flora

foto di Guido Marchiol
Un mare di ginestre
La ginestra stellata è un relitto prequaternario delle montagne dell'Europa meridionale, ora localizzato in zone di rifugio piuttosto ristrette e con stazioni isolate in Tessaglia, diffusa dalla Serbia alle Prealpi (dal Triveneto al Piemonte), all'Oberland bernese, agli Appennini centro-settentrionali, alla Francia meridionale. In Italia è presente in tutte le regioni settentrionali e centrali, mentre manca al Sud, dal Molise in giù, e nelle Isole. La distribuzione regionale si estende su quasi tutte le aree montuose del Friuli. Cresce in densi popolamenti su ghiaioni, pendii rupestri, prati sassosi e margini dei boschi aperti, su substrati calcarei, in luoghi caldi e assolati, con optimum nella fascia montana inferiore. Le radici, al pari di quelle di tutte le leguminose, sono dotate di batteri azotofissatori in grado di fissare l'azoto atmosferico. La pianta è probabilmente tossica per la presenza di alcaloidi. Il nome generico deriva dal celtico 'gen' (piccolo arbusto), quello specifico allude sia all'aspetto delle foglie opposte con gli elementi disposti a raggera, sia ai peduncoli fiorali raggiati che permangono dopo la caduta di fiori e frutti. Forma biologica: camefita suffruticosa. Periodo di fioritura: maggio luglio. Molto comune nel Parco.
fonte testo e immagine:http://dryades.units.it/prealpigiulie/index.php?procedure=taxon_page&id=2299&num=26005


1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO