Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2015

BUON ANNO - SREČNO NOVO LETO

Immagine

Uno strano dicembre

Immagine
Un dicembre così caldo e non piovoso è molto strano per l'Alta Val Torre-Terska dolina.Un novembre e dicembre così  asciutto non si  avevano dall'inizio degli anni 60. C'è la preoccupazione per la primavera  e l'estate quando arriverà il momento di irrigare le coltivazioni,infatti la portata del Torre si è ridotta di molto.







I VINI GHIACCIATI

Immagine
UN'IDEA PER  FESTE ED OCCASIONI IMPORTANTI Curiosità  : Il vino di Ghiaccio - Ledeno vino - Eisweinè il termine di origine tedesca con il quale si designano i vini ottenuti dalla fermentazione di grappoli congelati, vendemmiati tardivamente all’inizio della stagione invernale, quando la temperatura scende sotto i -7 °C.La rapida raccolta e pressatura dei grappoli congelati rende possibile una elevata concentrazione degli zuccheri perché, mentre questi ultimi non si modificano con la bassa temperatura, l’acqua all’interno degli acini si ghiaccia. Il congelamento impedisce generalmente anche la formazione di  muffa nobile che consente di ottenere dei vini che, a fronte di una considerevole dolcezza, presentano una spiccata acidità che riesce a bilanciarli in maniera adeguata, ciò che li distingue da altri vini dolci comeSauterneseTokaj. I principali produttori mondiali di Eiswein sono Germania, Austria, Trentino-Alto Adige,Canada.  Tra i vitigni più utilizzati se ne possono trovare s…

DAL MONDO

Più di un milione di migranti hanno raggiunto l’Europa via mare nel 2015. Lo sostengono nuovi dati diffusi dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr). Più dell’80 per cento delle persone è arrivata in Grecia, in particolare sull’isola di Lesbo. Circa 844mila persone hanno raggiunto la Grecia dalla Turchia, mentre più di 150mila hanno attraversato il Mediterraneo spostandosi dalla Libia all’Italia. 

LE NOTIZIE PIU' IMPORTANTI DEL 2015 da http://www.internazionale.it/topnews2015


L’attacco a Charlie Hebdo in Francia
7 gennaio 2 Syriza vince le elezioni in Grecia
25 gennaio 3 Il naufragio di 800 persone al largo della Libia
19 aprile 4 Il terremoto in Nepal
25 aprile 5 Gli Stati Uniti legalizzano i matrimoni gay
26 giugno 6 L’accordo sul nucleare iraniano
14 luglio

Doline/duline

Immagine
Resia/Rezija

Stella d'argento della Val Resia a  Marco Favalli
Un riconoscimento anche a Igor Bobaz,vicecampione italiano nel lancio del disco tra i Cadetti

Il 19 dicembre nella sala del Consiglio comunale di Resia è stato consegnato il premio annuale "Stella d'argento della Val Resia-anno 2015" un riconoscimento giunto ala 12° edizione dall'associazione"ViviStolvizza",E' stata una cerimonia molto partecipata alla presenza del sindaco e di altre autorità locali.La motivazione di questa assegnazione a Marco Favalli è stata la seguente: "Per aver saputo coniugare professionalità,competenza ed amore per la natura e la montagna nel progetto "La casa resiana".
Sono stati consegnati riconoscimenti alla famiglia di Laura Buttolo e Cristian Panato e per meriti sportivi a Igor Bobaz,vice-campione d'Italia oltre che campione regionale nel lancio del disco tra i Cadetti.

Terska dolina/Valle del Torre

Una poesia di Viljem Černo nell'ecocale…

La Giunta regionale “congela” lʼistituzione delle Unioni territoriali

Immagine
A un anno dalla riforma che ora rischia di saltare Un anno fa, il 12 dicembre 2014, il Consiglio regionale ha approvato la legge di riforma degli enti locali. Secondo quel testo gli effetti principali della riforma, con l'avvio dell'attività delle Unioni territoriali intercomunali, sarebbero dovuti partire il prossimo 1 gennaio 2016. Ma, dopo lunghi mesi di dibattiti, incontri e di dure prese di posizione contro il progetto di riordino, la Giunta regionale ha deciso di rinviare l'istituzione delle Uti. Almeno fino alla pronuncia del Tar, attesa per la prossima primavera, in merito al primo dei tre ricorsi promossi da 56 sindaci, contrari al testo (e ai decreti attuativi) della legge regionale. E, secondo alcuni, l'esito del pronunciamento del Tar potrebbe condizionare anche il futuro dell'assessore Paolo Panontin, ‘padre’ della riforma, che potrebbe essere sostituito nella Giunta Serracchiani nel caso di una sostanziale bocciatura del disegno di riordino.

continu…

NO BOTTI PER CAPODANNO

Immagine
Legambiente FVG, assieme a molte altre associazioni ambientaliste del territorio, aderisce a questo appello contro l'uso dei botti e fuochi artificiali ove questi possano inquinare, danneggiare cose o persone, spaventare, far fuggire gli animali o ucciderli, come sappiamo avviene ogni anno. FESTEGGIAMO SÌ! MA RESPONSABILMENTE!

Non perdete il Dom di Natale - Ne prezrite v božičnem Domu

Immagine
Nel ventiduesimo numero di quest’anno, il quindicinale Dom mette in primo piano la festività del Natale quale momento per aprire i nostri cuori e trovare conforto anche di fronte alle violenze e tragedie che devastano il mondo attuale. 
L’editoriale annuncia il compleanno del Dom, che entra nel suo cinquantesimo anno di vita con un formato in digitale al quale gli abbonati potranno accedere sul smartphone o computer tramite una password che verrà fornita loro. Una novità introdotta per mantenere il passo con i nuovi orizzonti della comunicazione, per tenere vivo il contatto con le generazioni più giovani e per sopperire ai crescenti disservizi postali. Anche in questo modo si persegue l’impegno in difesa dei diritti degli sloveni della Provincia di Udine che dal 1966, anno della sua fondazione, il Dom ha fatto proprio. 
In seconda pagina gli orari delle messe natalizie tra le quali il 24 dicembre l’appuntamento alle dieci con la messa in lingua slovena che sarà celebrata da mons. Marino…

Istituito l’Ufficio per la lingua slovena

Immagine
Regione /Voto del Consiglio regionale su iniziativa del Comitato paritetico per la minoranza slovena

La Regione Friuli Venezia Giulia ha ottenuto l’Ufficio per la lingua slovena, con la denominazione ufficiale di Ufficio centrale per la lingua slovena, che amministrerà e coordinerà le attività legate all’uso della lingua slovena nella pubblica amministrazione. Questo in base alla legge finanziaria, che è stata approvata recentemente dal Consiglio regionale con i voti del centrosinistra e nonostante la contrarietà dell’opposizione. Il nuovo ufficio si impegnerà per l’attuazione dell’articolo 8 della legge di tutela (uso della lingua slovena nell’amministrazione pubblica). La direzione dell’ufficio sarà affidata ad un dirigente con competenza professionale e conoscenza della lingua; godrà di autonomia organizzativa per la quale avrà a disposizione anche adeguato personale. L’ufficio ricorrerà a strutture organizzative regionali e nel suo operato poggerà anche sui servizi della società …

INTERVISTA A «REPUBBLICA» Boris Pahor

Immagine
Boris Pahor :"Grazie a Rada sono tornato un uomo libero"

L’autore di «Quello che ho da dirvi» racconta la relazione con la moglie. Tra passione, ironia e ricordi dal lager.

«Rada aveva capito il mio grande bisogno di libertà, perché chi proviene dal paese della morte è destinato a vivere come un naufrago».
Della moglie parla quasi con soggezione, come se non bastasse un secolo di esperienze - centodue anni tra guerre mondiali, lager, totalitarismi - per accostarsi a quelle vette di intelligenza e ironia. «Forse non l’ho mai meritata», ripete oggi Boris Pahor mentre infila la scalinata che conduce alla sua casa sul mare, gli ultimi gradini discesi con passo saltellante («Li conosco bene, sono del mio giardino», rassicura chi l’osserva preoccupato). È nato a Trieste nel 1913, sotto l’impero asburgico. Ha visto l’orrore del Novecento e forse anche per questo sa parlare d’amore. Quello di Radoslava Premrl, un’intellettuale slovena dal tratto aristocratico, «era come l’antico amo…

Il seme dell'Amore

Immagine
Il seme dell'Amore

Il mondo e' un unico campo
 nel quale e' stato  seminato
l'Amore per nutrire chi
e' affamato ,assetato ed ammalato.
Ogni uomo porta in se'
il seme di questo Amore
che a volte dimentichiamo
di coltivare,di innalzare con
le le opere buone .
Il grande Seminatore
non sceglie dove seminare
gli esseri umani e dove trapiantarli,
ma suggerisce di coltivare
il campo in modo uniforme.
Qui sta la chiave ed il segreto
di tutti i rapporti fra le persone.

tradotto da un testo straniero

Il 2015 in 50 notizie

Immagine
post condiviso

Il 2015 in 50 notizie

Nell’anno nuovo con la koleda koledo

Immagine
Una volta il giorno di Capodanno in Val Torre i bambini andavano di casa in casa per ricevere il "koledo", una "mancia" che consisteva in noci,nocciole,castagne,mele,solo più tardi caramelle ,uova o qualche monetina.
Questa usanza la troviamo anche a Resia, in Val Natisone, in Slovenia e in altri paesi di origine slovena. In Val Torre i bambini cantavano una filastrocca:
  " koledo novo ljeto,Buoh nan dejte no dorò lieto".


Anche la Slavia si sta preparando a festeggiare la fine dell’anno vecchio e l’arrivo del 2016. Una delle tradizioni più antiche è la «koleda», la questua del periodo natalizio conosciuta in Slovenia e in tutto il mondo slavo. Un tempo il rito si svolgeva in tutti i paesi. Ora nelle Valli del Natisone è restato a Cicigolis di Pulfero, dove nell’ultima sera dell’anno (dalle ore 17.30) gli uomini del paese, portando una stella, intonando canti tradizionali, effettuano una questua di casa in casa. Al mattino (dalle 9.30) si svolge, invece, la k…

Natale-Božič a Villanova delle grotte / Zavarh

Immagine
                   Chiesa di San Floriano - cerkua Sv.Florijana




                                        Aperitivo al Panorama


Da Monteaperta/ Viškorša a Trieste in concerto

Immagine
Domenica 29 novembre 2015 al Teatro Piccola Fenice di Trieste ,si è esibita in concerto  la giapponese Rika Murata .Rika suona la viola da gamba e dopo il diploma in musica alla facoltà di Sapporo (Giappone) si dedica all'antica musica ed alla sua interpretazione con strumenti autentici,si è diplomata a Bruxelles al  Regio Conservatorio con il prof. Wieland Kuijken con il quale ha anche suonato in duo.Alla fine del concerto si è esibita con uno strumento quasi sconosciuto nel mondo,il lirone formato da 14 corde di budello usato anticamente (tra il 1500 e 1700 in Italia) come accompagnamento alla voce.
 Rika risiede  da anni a Monteaperta (Taipana) con il marito che ha  in paese un laboratorio di restauro e produzione di viole da gamba e violini .

tradotto dal Dom del 20 dicembre 2015




Compleanno in digitale

Immagine
Articolo di fondo

Il Dom entra nel suo 50esimo anno di vita .Il primo numero vide la luce,infatti,nel Natale 1966,con l'intento di opporsi al subdolo processo di assimilazione,iniziato esattamente cent'anni prima,e di lottare apertamente in difesa dei diritti degli sloveni della provincia di Udine. Era il luglio del 1966 quando i parroci di Drenchia,mons.Valentino Birtig,di San Volfango ,don Mario Lavrencig,e di Tribil S,don Emilio Cencig decisero di pubblicare un bollettino inter-parrocchiale,che battezzarono con il nome di Dom."perchè - spiegavano - questa parola racchiude molti significati,infatti la casa,la famiglia,la lingua madre,le tradizioni,la chiesa,la terra natia e tutto ciò che sta più a cuore all'uomo".All'iniziativa aderì poco dopo anche il parroco di Montemaggiore ,mons.Pasquale Gujon .
A distanza di mezzo secolo si può affermare che sono riusciti nella singolare impresa di fondare un giornale sloveno per sloveni analfabeti,in quanto nella prop…

IL VIN BRULÉ

Immagine
Bevanda ideale da consumarsi nelle fredde giornate invernali Lucia Pertoldi Nel lontano 1600, Monsignor Tommasini, Vescovo di Cittanova in Istria,
a proposito di certe pratiche terapeutiche utilizzate allora dal popolo, così
si pronunciava. Ascoltate ! “In tutti i luoghi usano medicar la febbre in questo modo: pigliano vino potente,
e lo fanno bollire, ponendovi dentro un poco di canella, e pepe, lo danno così 
caldo al febbricitante, che facendolo star ben coperto acciò sudi, il più delle volte
risanano a meraviglia” Sicuramente avrete riconosciuto in quel “vino potente, capace di curare la febbre”,
l’arcinoto “vin brulé”, il dolce vino speziato, che ancora oggi rappresenta per noi
un prezioso alleato contro il freddo e i malanni della stagione. L’antica ricetta che risale a più di 2000 anni fa, di probabile origine greca,
prevedeva
oltre al vino, miele, pepe, resina di lentisco, alloro, zafferano e datteri compreso
il nocciolo polverizzato. Nella Roma antica il “Conditum paradoxum”,…

Il progetto Intercultura porta lo sloveno nel cuore della città

Immagine
Convegno sulle identità multiple al confine orientale.

 Dalle parole ai fatti, non solo teorie. È stato questo il senso dell’incontro culturale dal titolo «Identità multiple al confine orientale» tenutosi nella sala parrocchiale di Godia. L’iniziativa non è che un corollario all’impegno culturale e linguistico profuso dal dott. Mario Canciani, consigliere delegato presso il comune di Udine. Ha parlato infatti del progetto Intercultura elencando una carrellata di iniziative concrete promosse nel tempo per dare un senso concreto ai rapporti interculturali al confine orientale. A Godia, in quella sala, si insegna da anni la lingua slovena ad un nutrito gruppo di volenterosi, che non si sono limitati ad uno studio passivo bensì a veri e propri scambi culturali. Gemellati con Maribor (Slo) vi hanno organizzati uno stage. La Dolenjska, Pleterje, Cerkljansko, Ljubljana, Celje, Bovec, Škofja Loka, Pivka, Predjama – tanto per citarne alcune – sono state mete di contatto amicale, di studio, di …

AUGURI SLOVENIA

Immagine
Oggi 26 dicembre è il giorno dell'Indipendenza e dell'Unità sella Slovenia.In tale giorno nel 1990 fu data la comunicazione dei risultati ufficiali del referendum per l'indipendenza che confermò la separazione dalla Jugoslavia.Per l'occasione anche Google Slovenia ha messo il logo commemorativo.

La Slovènia, ufficialmente Repubblica di Slovenia è uno Stato indipendente dell'Europa centrale, confinante a ovest con l'Italia, a nord con l'Austria, a est con l'Ungheria e a sud con la Croazia; si affaccia a sudovest sul mare Adriatico (golfo di Trieste). La sua capitale è Lubiana. Dal 1º maggio 2004 la Slovenia è membro dell'Unione europea e la valuta nazionale, dal 1º gennaio 2007, è l'euro, che ha rimpiazzato il tallero, adottata nel 1991 dopo l'indipendenza; in precedenza la moneta era il dinaro jugoslavo. La festa nazionale slovena, ricorre il 25 giugno, anniversario della dichiarazione d'indipendenza del 1991. https://it.wikipedia.org/wik…

VAL RESIA - REZIJA

Immagine
Stolvizza /Solbica è il cuore natalizio della Val Resia

Il Come da tradizione, anche quest’anno, la notte della vigilia di Natale, a Resia, un’enorme stella cometa illuminata scenderà dall’altopino del Pustigost per arrivare nel borgo-presepe di Stolvizza, dove sarà accolta da centinaia di persone che ogni anno si ritrovano lì per ammirarne la spettacolare discesa che riesce sempre ad emozionare e ad entusiasmare adulti e piccini. Nell’ambito delle festività, per un Santo Natale da passare insieme anche all’insegna della cultura, domenica 27 dicembre ci sarà il consueto concerto organizzato dal circolo culturale «Rozajanski dum» in collaborazione con l’associazione culturale «Museo della gente della Val Resia» e la parrocchia di San Carlo Borromeo. Quest’anno il concerto verrà eseguito dal coro misto di Postumia/Mešani pevski zbor Postojna con un repertorio in sloveno prettamente natalizio. Durante il concerto, che si terrà nella chiesa parrocchiale del paese alle ore 16, verranno anc…

10 milioni di euro per gli sloveni /10 milijonu evru za Slovence

Immagine
La legge di stabilità per il 2016 prevede una posta di dieci milioni di euro per la minoranza slovena, con un aumento di 700 mila euro rispetto al 2015. Il finanziamento è destinato alle attività delle organizzazioni slovene, per i media, per l’uso dello sloveno nella pubblica amministrazione e per lo sviluppo economico e sociale dell’area della provincia di Udine nella quale è riconosciuta la minoranza slovena. Le scuole slovene e le trasmissioni Rai in lingua slovena sono finanziate, invece, con altri capitoli di bilancio. È stato stabilito, inoltre, che lo stesso importo di dieci milioni di euro sarà destinato alla minoranza slovena anche per il 2017 e per il 2018. Lo ha stabilito la commissione Bilancio della Camera, accogliendo un emendamento presentato dalla parlamentare Tamara Blažina. Dobre novice za Slovence parhajajo iz Rima. V stabilizacijskem zakonu za lieto 2016 je predvidenih 10 milijonu evru za slovensko manjšino, kar je 700 tavžint evru vič ku lietos. Teli sudi bojo za …