VOTAMI

classifiche

avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

02 dic 2015

Il vero problema della scuola italiana: il presepio

presepio di "scus"bratee di mais
foto personale di o t

Ecco un post offerto su un piatto d'argento ai più scatenati commentatori. La domanda è rivolta agli over 40: chi ricorda di aver visto un presepio nella propria scuola durante il periodo natalizio? E chi ha mai fatto caso alla presenza del crocifisso nelle aule? Allora, dal momento che si può supporre che quasi nessuno se ne sia accorto, come mai improvvisamente questi simboli essenzialmente religiosi sono diventati l'emblema della "cultura" italiana? Mentre la scuola italiana fa acqua da tutte le parti, sembra che improvvisamente il presepio sia diventato l'argomento più importante del momento. E' davvero paradossale, un segno "inventato" da san Francesco per affermare la presenza di Gesù nel cuore di ogni famiglia, diventa lo strumento per distinguere chi ha il diritto di cittadinanza in Italia e chi no. E la croce, segno che si afferma in ambito cristiano dopo il VII secolo (mai i primi cristiani si sarebbero riconosciuti in un simile simbolo), richiamo alla morte di Gesù per ogni essere umano che vive sulla terra, si trova brandita come un bastone contro chi professa un'altra religione e chiede soltanto rispetto e accoglienza. Ognuno può realizzare il presepio a casa propria e riempire le proprie stanze dei simboli religiosi che maggiormente rappresentano il suo credo. Ma la laicità dello Stato è un valore acquisito nell'ambito di ogni società democratica. Perché mai nei luoghi pubblici di uno Stato laico deve essere collocato per legge un simbolo esplicitamente e inequivocabilmente appartenente a una specifica religione? Oppure si pensa che debba essere sottolineata la forma religiosa professata dalla maggioranza dei cittadini? Ragionamento assai pericoloso, se ci si pensa bene, tenuto conto dei flussi demografici del momento... Si accettano risposte, meglio se non viscerali, ma supportate da un ragionamento.

Andrea Bellavite
da http://forumgorizia.blogspot.it/2015/12/il-vero-problema-dellascuola-italiana.html?
showComment=1449043412523#c2513176434034957537

3 commenti:

  1. Il vero problema della scuola italiana: il presepio

    RispondiElimina
  2. Diciamo che il "problema-Presepe" aiuta a nasconderne ben altri ;)

    RispondiElimina


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *