Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

fevrar febbraio

Immagine
Tou jasni anu tihi nediji se svet greje,dan se iz nebes smeje.(dal koledar-calendario del 2011) In una serena e silenziosa domenica il mondo si scalda,il giorno sorride dal paradiso. Terska dolina

Friuli:terra di orsi e lupi

Immagine
  Vi aspettiamo tutti venerdi 7 febbraio e /o sabato 8 febbraio a Musi -Lusevera per parlare di orsi , lupi e non solo, durante una serata particolare presso il ristorante "Alle sorgenti " o una mattina dedicata a visitare la val Mea dove l 'orso è spesso di casa.  https://www.facebook.com/pages/Il-Villaggio-degli-Orsi/155013801203955
Immagine
Nelle valli del Torre popolazione in calo V Terskih dolinah zmanjša se prebivalstvo I dati dell’ufficio anagrafe del Municipio non sono ancora ufficiali, poiché mancano i conteggi del mese di dicembre 2013, ma l’andamento dell’anno appena trascorso è già fin troppo chiaro: la comunità dell’Alta Val Torre è in calo. Dopo un lungo periodo di sostanziale tenuta, anche Lusevera comincia quindi a soffrire del fenomeno dello spopolamento. Rispetto al 2012, il 2013 porta, infatti, un segno meno e, se si considerano gli ultimi 24 mesi, si evidenzia una flessione di circa 30 persone, pari al 4-5% dell’intera comunità. Si passa, infatti, da 700 abitanti a 673-670 in due anni. Un rapido sguardo sui numeri del passato più recente rendono meglio l’idea: nel 1981 la comunità ammontava a 984 cittadini, tra uomini e donne; nel 1991, quindi dieci anni dopo, si è scesi a 780. Da quell’anno lo spopolamento pareva essersi arrestato, contro ogni previsione: dal 1991, infatti, il numero di residenti è r

Pre Bepo Marchèt

Immagine
Marchetti/Marchèt, sacerdote, insegnante, linguista, storiografo, letterato, storico e critico d'arte (Gemona del Friuli 1902 - Udine 1966). Studiò nel seminario di Udine e fu consacrato nel 1925. Nel 1935 si laureò in lettere classiche e moderne presso la Cattolica di Milano, dopo aver conseguito la laurea in teologia. Nello stesso anno venne mandato "volontario" in Abissinia come cappellano militare. Insegnò lettere nel magistrale di Udine e a Tolmezzo. Nel 1944 subì il confino fascista. Nel dopoguerra fu l'ispiratore del gruppo poetico friulanista di  Risultive . 'E il  "genius loci"  del Friuli, il  "maître à penser del Furlanentum" : nessuno ha fatto quanto lui per la sua terra. Per anni fu l'animatore del battagliero settimanale  "Patrie dal Friûl"  che propugnava l'autonomia regionale in un ambiente generalmente ostile.     Dal 1961 alla morte, ha diretto la rivista  "Sot la Nape".  Ha coltiv

La distilleria Candolini di Tarcento

Immagine
In Friuli gli alambicchi funzionano da tempi immemorabili. Non si sa di preciso chi e quando iniziò a distillare le vinacce, ma lo storico Luigi Papo ha ipotizzato che i Burgundi, venuti dalla vicina Austria verso il 511 d.C., furono i primi ad applicare alle vinacce il metodo di distillazione da loro utilizzato per le mele. La leggenda popolare, invece, ci porta ancora più indietro nel tempo, precisamente nel 1° secolo a.C., quando un legionario romano ottenne, come era consuetudine per premiare i reduci, un vigneto in Friuli; il soldato era riuscito a trafugare in Egitto un impianto di distillazione denominato "Crisopea di Cleopatra" e con questo aveva iniziato a produrre la prima Grappa, o meglio, il primo distillato di vinacce.  Siamo sempre tra leggenda e ipotetiche datazioni storiche, ma resta il fatto sta che il Friuli Venezia Giulia ha sempre prodotto e bevuto grappa tanto che, in una cronaca del 1334, viene menzionata l' acquavite, mentre la prima data certa

Ieri nella Terska Dolina

Poesija :TER Korenina naše žeje, izvir,ki poje, se zlivaš med krasi Muzca, da reš naproti tvojim sinam, ki so raztreseni po svjetu s tomo nad   š trjehami. Bo žaš njive, kite,roke slovjenskih mater, ki so plesale, sejale dušo po razorju odpertemu ščipanju lakote. Inje si stokanje prazne zemlje, tihost, ki plače, tej ce bi djelalo sjeme. Tva voda je zvonjenje solz, ki močijo čela po vsjeh vjetrih.                Viljem Černo TORRE Radice della nostra sete, fonte che prega, scorri dalle rocce di Musi incontro ai tuoi figli sparsi, nel mondo con la sera sopra i tetti. Accarezzi i campi, le trecce,le mani delle madri slovene  che danzavano, seminavano l'anima nel solco aperto a sferze di fame. Ora sei lamento di terra vuota, silenzio che singhiozza come fosse seme. La tua acqua, rintocco di lacrime, che inondano fronti ai quattro venti. traduzione di Ciril Zlobec   http://www.unilibro.it/find_buy/findresult/libreria/prodo
Immagine
L'impronta dell'orso https://www.facebook.com/pages/Il-Villaggio-degli-Orsi/155013801203955 Ecco l'impronta dell'orso che ha predato due notti fa una pecora nelle Valli del Torre. Potrebbe essere un orso di oltre 150 kg e già adulto (circa 6 anni).

PER GLI ORSI E' GIA' RISVEGLIO

Immagine
Questo è un anno molto caldo, gli orsi sono già a spasso in Friuli, anzi alcuni non sono proprio andati in letargo. Le prime segnalazioni sono arrivate il primo gennaio nel parco delle Prealpi Giulie e stanotte nelle valli del Torre un orso affamato ha predato una pecora, i sopralluoghi dei forestali e dell'Università sono in corso. ttps://www.facebook.com/pages/Il-Villaggio-degli-Orsi/155013801203955

Proverbio metereologico delle Valli del Natisone

Immagine
 Gennaio caldo, febbraio freddo. Nadiška dolina

Le celebrazioni di S. Antonio a Bardo

Immagine
Chiesa di S.Giorgio -Sv.Jurij Bardo  Tradizione e speranze della comunità   Domenica 19 gennaio si è celebrata a Bardo la messa in onore di Sant'Antonio Abate. Tale festività è in particolare molto sentita dai Sedliščeni che partecipano numerosi alla funzione religiosa cui, per tradizione, segue la processione con la statua del santo, trasportata da Bardo verso Sedlišča e poi di nuovo in chiesa. A causa del maltempo, tuttavia, quest'anno non si è potuto procedere con questo antico rito assai atteso dagli ormai pochissimi abitanti di Sedlišča. Don Renzo Calligaro nella sua omelia ha ricordato la figura di Santa Caterina d'Alessandria, una ragazza cristiana contemporanea di Sant'Antonio, uccisa dal potente del momento perché ebbe il coraggio di non sottomettersi. I prepotenti, ha commentato don Renzo, esisteranno sempre, ma è importante che qualcuno come quella giovane ragazza sappia dire di no al “caporione di turno”, al suo denaro e alla sua violenza assassina. “

Le regioni della Slovenia

Immagine
La Slovenia è un paese piccolo, con nemmeno due milioni di abitanti, ma è anch’esso diviso, come l’Italia, in più regioni, ognuna con le sue peculiarità. Nei nostri articoli su SLOvely   cerchiamo di citare sempre la regione di appartenenza per ogni luogo di cui parliamo. Ma non è sempre facile definire univocamente la regione, questo perché in Slovenia esistono sette province storiche, ancora largamente popolari, e ben 11 regioni cosiddette   “statistiche “, che sono quelle ufficialmente utilizzate oggi dalla Repubblica di Slovenia. Come avrete potuto notare, anche noi di   SLOvely , come molti sloveni, preferiamo di norma nominare le province storiche, perché più significative e con nomi decisamente più noti (e spesso anche più facilmente pronunciabili!) rispetto alle loro equivalenti moderne. Allo stesso tempo, però, le categorie regionali in cui abbiamo diviso il sito ricalcano invece le regioni statistiche, questo per semplificare la ricerca e la divisione del nostro sito.

Manifestazioni per il centenario dei "Piccoli di Podrecca"

Immagine
Manifestazioni per il centenario della nascita del "Teatro dei piccoli" Nato a Cividale nel 1883, scomparso nel 1959, Vittorio Podrecca non è stato soltanto uno degli uomini di teatro più importanti della regione, ma tra i più grandi rifondatori del teatro di marionette mondiale. Con la sua Compagnia dei Piccoli – 500 attori ‘di legno’ e una ventina in carne ed ossa - ha girato Europa e America, dal 1919 al 1940: il momento di maggior successo. Artefice di un genere insuperato, fatto di brevi opere musicali, riduzioni liriche o in prosa, favole, caricature e bozzetti, nel suo teatro aveva un repertorio illimitato di personaggi e situazioni, capace di debuttare persino a Hollywood (nel 1932) ed entusiasmare ‘Vip’ come Gabriele D’Annunzio, Eleonora Duse, Charlie Chaplin.. Maria Signorelli E Vittorio Podrecca Marionette e burattini tra l'Italia e l'Europa dalla Collezione Signorelli dal   26/01/2014 al   16/03/2014 Dove : Chiesa di Santa Mar

Vittorio Podrecca marionettista nato in Benečija

Immagine
Vittorio Podrecca nacque da una famiglia numerosa a San Pietro al Natisone (1883-1959) e fu un famoso marionettista italiano.E' figlio di Carlo, avvocato e scrittore ( La Slavia Italiana ), e fratello di Guido , giornalista e politico, accreditato di essere, assieme a Filippo Turati ed Andrea Costa , uno dei fondatori del Partito Socialista Italiano . Laureatosi in legge, collaborò e diresse alcune riviste di informazione e critica musicale; in seguito divenne segretario del Conservatorio di Santa Cecilia a Roma . Fu proprio qui che fondò, nel 1914 , la compagnia di marionette I Piccoli (della quale fu contemporaneamente impresario e direttore) che ben presto, grazie alle numerosissime tournée all'estero, divenne celebre in tutto il mondo. Il suo teatro , che arrivò a contare fino a mille marionette, portò sulla scena, di volta in volta, brevi opere musicali fatte talora appositamente (ad esempio, La bella addormentata nel bosco di Ottorino Respighi ), riduzioni liric