Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

Web sul blog: Pericolo censura e chiusura della rete in Italia

Web sul blog: Pericolo censura e chiusura della rete in Italia : Articolo da PuntoInformatico.it Roma - Altro che Governo dei professori, del rilancio e del futuro. Quello del Professor Mario Monti ri...

La manifestazione antislovena ha pure i risvolti positivi

Immagine
Alla manifestazione di Fiamma tricolore (movimento politico di estrema destra) il 17 marzo a Cividale, per dire «no all’annessione del Friuli Orientale alla Slovenia» (ma chi persegue un progetto del genere e, soprattutto, chi sarebbe così folle da farsi carico di un territorio derelitto come il nostro?) non c’eravamo, ma abbiamo potuto vederne il lungo e dettagliato video pubblicato in internet. Considerato che lo scopo era quello di chiedere un «censimento» sulle leggi di tutela statali e regionale, la sparutissima adesione alla «marcia» (poche decine di persone, soprattutto di resiani residenti fuori valle, nonostante l’imponente battage pubblicitario) ha certificato, al pari della precedente manifestazione a San Pietro al Natisone, che i contrari alla salvaguardia di lingua e cultura slovena rappresentano ormai i classici quattro gatti. Fare altre verifiche, dunque, non serve: sarebbero soldi buttati via. E del risparmio di denaro pubblico dobbiamo essere grati. leggi di più.... h

GRANDE SUCCESSO DEL BK EVOLUTION SUL PRESTIGIOSO PALCO DEL FOLKEST

Immagine
I suoni antichi dei dialetti sloveni delle valli del Natisone e del Torre uniti ai ritmi contemporanei del folk-rock. È il mix che caratterizza la produzione dei BK (Beneške Korenine) evolution la formazione nata nel  2007 e che ha all'attivo già due LP. Un mix che, lo scorso 14 marzo, ha affascinato anche la giuria del premio “Suonare@folkest, premio Alberto Cesa 2012”. L'assessore alla cultura di Spilimbergo Luchino Laurora, il musicista Claudio Cappelli e i giornalisti Nicola Cossar e  Roberto Sacchi, hanno infatti scelto proprio la formazione benečana per il palco, fra i più prestigiosi in regione ma non solo, di FolkestInFesta il principale evento musicale dell'estate spilimberghese. Un riconoscimento certamente importante, basti pensare al numero dei gruppi che hanno presentato la domanda di partecipazione, ben 112, ma anche all'elevata qualità musicale delle formazioni che, dopo la preselezione degli organizzatori, hanno preso parte alla fase finale del concorso

Fondo regionale per la minoranza linguistica slovena

Con il Fondo regionale per la minoranza linguistica slovena (art. 21 L.R. 26/2007) – parte corrente, sono finanziate, mediante la concessione di contributi fino all’intero importo della spesa ammissibile: a) iniziative realizzate da istituzioni scolastiche pubbliche o dall’Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica del Friuli Venezia Giulia (ANSAS) per il sostegno dello sviluppo dell’offerta formativa e didattica nelle scuole di ogni ordine e grado aventi sede nel territorio di insediamento della minoranza linguistica slovena (DPR 12 settembre 2007), con particolare riguardo a quelle di interscambio studentesco e di personale docente, realizzate in collaborazione con istituzioni scolastiche della Repubblica Slovena; b) iniziative per lo sviluppo della reciproca conoscenza delle diverse realtà culturali e linguistiche della regione Friuli Venezia Giulia, realizzate da enti e organizzazioni attive per la tutela delle minoranze e la promozione delle diversità linguistich

Ricordi primaverili della val Cornappo-Pomladanski spomini iz Karnahtske doline(1943)

Pomladanski spomini (1943) Prič elo se je novo  ž ivljenje,radost in mladost.Po novim je zadi š alo,zmagovito vstaja pomlad.Zadnji sledovi snega izginjajo in Karnahtska dolinca sanja v pomladnem zelenju.Dan za dnem jo obzarja zlato sonce in mra č ni gozdovi ji pojejo skrivnostno pesem.Popki rijejo skozi zemeljsko plast in silijo na dan.Kako se bo za čudilo to novo cvetje vsemu zelenju,ki je  že vstalo v novemu življenju. Stojim pred pragom skromne beneške hiše in gledam proti gozdu:vidim drevje ki poganja zelene lističe in ki se oblači  v svatovska oblačila.Po drevju pa skakljajo drobne seni čke:vsaka žvrgoli svojo pesem ter tolaži ljudem žalostna srca. Bil je prvi pomladanski dan.Kar nekej mi je reklo:-Pojdi v naravo,lep dan je!- Nisem imela obstanka,vedno   mi je vleklo   ven na prosto v gozd. Šla sem ven v bližnji gozdiček in  sem poslu šala petje pti či c;zdelo se mi je,da mi ho čejo povedati,da je prišla pomlad in z njo novo življenje.Ko tako poslu šam petje ptičic

Il tarassaco o dente di leone

Immagine
Nei prati della Terska dolina sta spuntando il "modar":ottima insalata primaverile depurativa.Io lo uso lessato,saltato in padella con pancetta e aglio,nelle minestre o frittate.Il suo nome varia a seconda della zona o regione. I friulani lo chiamano "ledrichessa" o "tala",in val Torre "modar",nella vicina Slovenia "regrat".

Allarme siccità in Friuli Venezia Giulia

Immagine
di   Luisa Maria Carretta   Temperature elevate e carenza d’acqua, un mix che sta mettendo in ginocchio il settore dell’agricoltura del Friuli Venezia Giulia. Secondo la Coldiretti nelle aree non irrigate, le coltivazioni sono compromesse quasi irreparabilmente e la situazione sembra destinata a peggiorare se nei prossimi 10, 15 giorni non dovesse piovere. Temperature elevate e carenza d’acqua, un mix che sta mettendo in ginocchio il settore dell’agricoltura del  Friuli Venezia Giulia. Secondo la Coldiretti nelle aree non irrigate, le coltivazioni sono compromesse quasi irreparabilmente e la situazione sembra destinata a peggiorare se nei prossimi 10, 15 giorni non dovesse piovere. Non c’è coltura che non sia colpita: il mais denuncia una perdita del 41 per cento, la soia del 26, i pascoli del 20, la patata del 34 e la vite del 12, secondo il monitoraggio effettuato dai tecnici della Coldiretti che hanno anche riscontrato una situazione di stress tra gli animali negli allevamenti con

Proverbio sloveno per San Gregorio

Svet Gregor ptičke ženi. San Gregorio sposa gli uccellini. E' vero gli uccellini in questo periodo stanno cercando la compagna.

BK Evolution alle selezioni per il Folkest

Immagine
BK EVOLUTION AL FOLKEST, Spilimbergo 14 marzo 2012, ore 21:15 – Spilimbergo, teatro Miotto -  selezioni di “Suonare@Folkest – Premio Alberto Cesa”, prima serata (ingresso libero) Prima tappa spilimberghese delle selezioni del concorso indetto da Folkest. Saliranno sul palco Humpty Duo, Irish&More, BK Evolution. Il gruppo primo classificato suonerà a Folkest 2012 durante FolkestInFesta, il secondo classificato suonerà durante la fase itinerante (decentramento) di Folkest 2012. A giudicarli, una qualificata Giuria composta dall’assessore alla Cultura del comune di Spilimbergo Luchino Laurora, dalla regista RAI-Fvg Claudia Brugnetta, dal musicista Claudio Cappelli e dai giornalisti Nicola Cossar e Roberto G. Sacchi.     http://bk-evolution.blogspot.com/ La formazione BK Evolution  è nata nel 2007. Dopo la prima positiva esperienza con il CD “Kekko Bergnach unplugged”, dedicata alle canzoni scritte dal cantautore beneciano, si è dedicata alla realizzazione del secondo CD “Jablen”. I

Revoca dell’obbligo delle gomme invernali e delle catene da neve sulle tratte autostradali Autovie Venete

http://bora.la/2012/03/15/ Fine dell’obbligo di utilizzare gomme invernali o di portare catene da neve a bordo sulle autostrade A4 Venezia-Trieste, A28 Portogruaro-Conegliano, A23 Palmanova-Udine e sul raccordo Villesse-Gorizia. L’ordinanza (n. 68 del 2011) che introduceva questo obbligo, infatti, sarà revocata da oggi, giovedì 15 marzo 2012. Le gomme da neve e le catene potranno “andare in soffitta” fino alla prossima stagione.L’obbligo, secondo quanto previsto inizialmente, avrebbe dovuto rimanere in vigore fino al 15 aprile, ma viste le condizioni atmosferiche particolarmente favorevoli e le temperature estremamente miti, è stato deciso di revocare l’ordinanza.I cartelli posizionati lungo la rete autostradale, che ricordano agli automobilisti la norma, saranno oscurati.

A Bardo chiesti 10mila euro annui per una rete Internet senza fili

Immagine
Dal Novi Matajur Di internet veloce per i Comuni montani della Regione si incomincia a parlare già sotto la precedente giunta Illy. Il punto è che il relativo progetto regionale Ermes prevedeva l'attivazione di internet non tanto per fornire il necessario servizio alla popolazione, ma piuttosto per consentire ai diversi uffici dei Municipi di montagna di comunicare tra loro in vista dell'approvanda riforma degli Enti locali che disponeva la possibile istituzione di associazioni intercomunali di servizi e, quindi, lo spostamento fisico di alcuni uffici verso le sedi comunali della pianura. L'amministrazione Illy costituiva la Mercurio SpA, una costola dell'Insiel Spa che è una società in house della Regione Friuli Venezia Giulia creata con il compito di offrire soluzioni informatiche "su misura" per la pubblica amministrazione e la sanità regionale, al fine di portare la banda larga con fibra ottica in tutti i Comuni della Regione entro la fine della legisl

Vecchi mestieri:il contadino-kmet

 Una volta in val Torre la principale attività era coltivare la terra: tutti sapevano usare la vanga(lopata) per vangare (kopati),la falce(kosa) e il falcetto(srp) per falciare,il rastrello(grabje) per rastrellare. Gli uomini e le do nne avevano le braccia forti e si a iutavano a vicenda.Pregavano  per scongiurare la grandine(tou ča).Portavano tutto sulla schiena nella gerla(ko š ),nella cesta(ko ša) e nella zbrin cja(gerla per il fieno).In primavera si vangava la terra,si seminava rape(riepa),cipolla(  čebula),aglio(luk), patate(grampier),verze(broskue),mais (sierak),radicchio(lidrik),carote (koronje) ecc. Nella stalla si allevava la mucca (krava),il maiale nel "cjot"(prasac), le pecore nell' uckar(ovce) e le capre(koze).Si tenevano galline che pascolavano nei prati.Le mucche erano  piccole,agilissime,nere e davano poco latte. La prima mucca è arrivata a Bardo nell'anno 1793 portata al pascolo da una signora di Gemona.Negli anni 50' a Zavarh c'eran

Tanamea. Individuati tre esemplari di gatto selvatico

Immagine
gatto selvatico-divja mačka felis silvestris Il territorio del Parco Naturale delle Prealpi Giulie si conferma ancora una volta area di rilevante importanza ambientale. A dimostrazione della straordinaria biodiversità di questo lembo verde del Friuli ci sono alcune nuove recenti scoperte sul gatto selvatico (slov. divja mačka, lat. felis silvestris). Che il micione dalla coda a batuffolo, peculiare per le sue striature, fosse presente nel parco non era aspetto sconosciuto. Ma adesso, con la sua cattura, è arrivata la certezza. A seguire, passo dopo passo, il progetto di monitoraggio del felino è stato un gruppo di ricerca che fa capo alla Facoltà di scienze agrarie e ambientali dell’Università di Udine, col coordinamento del ricercatore Stefano Filacorda, esperto del comparto e collaboratore anche per l’Ente parco Prealpi. L’equipe, che ha avviato la ricerca lo scorso anno, e che continuerà l’indagine anche nel 2012 e 2013, è riuscito a intercettare, fino a ora, tre gatti selvatic

8 marec mednarodni dan zena/giornata internazionale della donna

http://www.dom.it/8-marec-mednarodni-dan-zena_giornata-internazionale-della-donna/

Riapertura grotte di Villanova-Zavarh jame

Immagine
Domenica 4 marzo riaperte le grotte di Villanova-Zavarh  Profondità 754 m Altezza 500  m s.l.m. Dopo la consueta pausa invernale domenica 4 marzo riaprono le spettacolari Grotte di Villanova e l’Ufficio IAT delle Grotte, nel quale è possibile ricevere materiale informativo e d’accoglienza su tutto il territorio regionale. Durante i mesi invernali il GELGV, Gruppo gestore delle Grotte, ha iniziato ad attrezzare alcune parti della Grotta Nuova, finora riservate ai soli speleologi, allo scopo di  ampliare gli itinerari delle visite speleoturistiche . Tra le prime novità della nuova stagione turistica spiccano le  nuove convenzioni  stipulate con Il Museo Archeologico Medioevale di Attimis, l’Antiquarium della Motta e la Mostra del Fossile di Povoletto, Il Castello di Duino, Il Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro e l’Immaginario Scientifico di Trieste, che gestisce anche altre sedi a Pordenone, Malnisio e Montereale Valcellina. Accanto alle altre convenzioni già at

Galanthus nivalis(bucaneve)

Il  bucaneve  ( Galanthus nivalis ,  Linnaeus   1753 ) è una  pianta  perenne, erbacea ed eretta della  famiglia  delle  Amaryllidaceae . l nome del genere (“Galanthus”) deriva da due parole greche: “gala” = latte (bianco come il latte) e “anthos” = fiore. Il nome specifico (“nivalis”) fa riferimento alla sua precoce fioritura in mezzo alla neve. Scoperta sul web Galanthus reginae-olgae  Orph. - Bucaneve della Regina Olga: si tratta di una specie distribuita prevalentemente nella Penisola Balcanica sud-occidentale ( Albania ,  Macedonia  e Nord Ovest della  Grecia ) con stazioni disgiunte in Calabria e  Toscana  nord-occidentale (Galanthus nivalis Orph. subsp. reginae olgae) e Sicilia (Galanthus nivalis Orph. subsp. vernalis Kamari), si distingue per il  parenchima  clorofilliano caratterizzato da uno strato di cellule a palizzata particolarmente grandi e allungate, per la fioritura tendenzialmente autunnale e per il fatto di essere pianta isteranta, che emette le f

Taipana (Tipana) e le sue frazioni

Immagine
 video postato su youtube da romeoditreviso  Taipana  ( Tipána  in  sloveno ) è un  comune italiano  di 699 abitanti della  provincia di Udine  in  Friuli-Venezia Giulia . Fino al  1935  il comune prendeva il nome della odierna frazione di Platischis. Taipana sorge a 478  m s.l.m.  tra i primi rilievi delle  Prealpi Giulie , nel bacino del torrente  Cornappo . Oltre al capoluogo fanno parte del comune le frazioni di Cornappo(Karnahta), Debellis(Debeleze),  Monteaperta (Viskorsa) , Montemaggiore(Brezje), Ponte Sambo, Platischis(Platisce) e Prossenicco(Prosnid), paesini che soffrono quasi tutti di un grave fenomeno di spopolamento. Storia   La storia del comune di Taipana si intreccia con quella della  Pieve  di  Nimis  e di  Tricesimo  fino alla creazione della parrocchia resiedente a Taipana nel  1896 . La prima fonte scritta che attesta l'esistenza del toponimo Taipana (citato con il nome  Taypana ) risale ad un atto notarile depositato il  20 luglio   1320  presso la pieve

Dan bot-una volta in marzo

Immagine
Una volta nel mese di marzo,quando la terra non era più gelata ,si iniziava a potare ed innestare gli alberi da frutto:meli,peri,viti,prugni. Dalla luna di febbraio fino a Pasqua si seminavano le patate e si potavano le viti.